Roma, tutti a Trigoria. Cole: Qui per vincere

Ashley Cole
«Siamo molto contenti di presentare un giocatore molto speciale. Un grande giocatore che ha avuto molto successo e con molta esperienza, la sua bacheca parla da sola. Benvenuto alla Roma Ashley Cole!»Così l’ad Italo Zanzi presenta il nuovo acquisto giallorosso che prende subito la parola: «La Roma è un grande club, molto ambizioso e ha il palcoscenico della Champions League, è una grande sfida per me e sono pronto per lavorare per conquistarmi il posto in squadra e provare a vincere dei trofei». Un giornalista inglese gli chiede della nazionale e dell’eliminazione immediata dalla Coppa del Mondo. «L’Inghilterra è arrivata ai mondiali con una squadra giovane e inesperta, ho visto le partite da spettatore e tifoso. È stata l’occasione per crescere e anche se le cose non sono andate bene sarà utile sicuramente per il futuro».Il suo rapporto al Chelsea con Mou: «Con Mourinho ho sempre avuto un buon rapporto ma probabilmente dopo alcuni anni non ero più utile al suo progetto. Quando mi ha cercato la Roma ho colto al volo l’occasione e spero di vincere con questa maglia, anche il campionato. Un paragone tra Mourinho e Garcia? Per fare un raffronto serve tempo, magari tra sei mesi potrò rispondere a questa domanda»
NON TEMO LA PRESSIONE. QUI PER VINCERE – «Pressione? Non la temo, ho passato 14 anni in Inghilterra lottando sempre per il posto in squadra e continuerò a farlo anche qui. Mi sono reso conto che questo è un posto speciale, l’affetto dei tifosi, l’ambiente…Sono qui per vivere queste emozioni e questa nuova esperienza lontano da Londra, abbracciare un nuovo stile di vita, confrontarmi con una nuova lingua, una nuova cultura. Condizione? Sto bene, anche se è ovvio che ora non sono al meglio visto che iniziamo oggi. Penso che dopo il tour negli Usa saremo già avanti fisicamente». ETO’O? CHIEDETE A ZANZI – «Ho avuto grandi allenatori in carriera come Wenger, Ancelotti, Mourinho… Sono sicuro che anche a Roma sarà lo stesso. Eto’o? Ho sentito delle voci a Londra, mi hanno riferito, io so solo che è un gran giocatore e un goleador, se arrivasse sarei felice ma di questo dovete parlarne con la società» (sorride e indica Zanzi, NdR).
L’ARRIVO: APPLAUSI E STRISCIONE PER BENATIA – Subito in campo a lavorare. La nuova stagione della Roma è partita ufficialmente questa mattina col raduno della squadra a Trigoria. Rudi Garcia, per dare il ‘bentornatò al gruppo, ha programmato una doppia seduta d’allenamento. Il tecnico francese, però, non è stato il primo a varcare i cancelli del centro sportivo. Ad anticiparlo la coppia di portieri formata da Lobont e Skorupski, e il capitano Francesco Totti. Via via sono poi arrivati tutti gli altri giocatori – da Destro a Florenzi, passando per i nuovi acquisti Cole («sono felice di essere qui, speriamo in una bella stagione») e Keita, e i giovani Paredes, Sanabria e Ucan che hanno dormito all’interno di Trigoria – rispettando l’orario limite delle 9:30 fissato da Garcia. Tra i più applauditi dal centinaio di tifosi presenti all’ingresso del ‘Fulvio Bernardini’ Strootman e Benatia. L’olandese ieri ha sostenuto una visita di controllo specialistica (con valutazioni biomeccaniche) che ha confermato l’andamento positivo del percorso riabilitativo del ginocchio; il marocchino, invece, nonostante la querelle sul rinnovo di contratto, è stato accolto calorosamente dai sostenitori giallorossi, che gli hanno dedicato uno striscione: «Benatia continua ad onorare la maglia. Roma t’ama e te perdona»..
TEMPESTILLI: LA ROSA HA IL MIX GIUSTO. STROOTMAN: FORZA ROMA -Tempestilli, dirigente accompagnatore dei giallorossi, a Roma Channel: «Sensazioni buone, la squadra è competitiva. Ogni stagione fa storia a sé, bisogna dimenticare quanto fatto lo scorso anno e rimetterci voglia ed entusiasmo. Abbiamo il giusto mix tra gioventù ed esperienza, toccherà ora al nostro allenatore amalgamare il tutto. Programmi? Partenza il 21 per gli Usa per giocare a Boston con il Liverpool, e poi a Denver, Dallas e Philadelphia oltre all’eventuale finale a Miami. Torneremo il 6 agosto a Roma e ripartiremo il 9 per l’Austria dove resteremo una settimana e giocheremo due amichevoli. Tra il 18 e il 19 cercheremo di realizzare un’amichevole all’Olimpico per presentarci ai nostri tifosi ma è ancora solo un progetto». Intanto arrivano Nainggolan (al primo raduno estivo con la squadra) e Ljajic, subito dopo Strootman che saluta con un «Forza Roma».
CASTAN:  CARICHI. DE SANCTIS: GRANDE ENTUSIASMO – Arriva anche il difensore brasiliano che si ferma per un saluto: «Siamo carichi, vogliamo fare bene». Si unisce il portiere: «Abbiamo grande entusiasmo, già si percepisce che questa dovrà essere necessariamente una stagione piena di successi, ma tutto passa attraverso il lavoro che inizia oggi in campo. Quello che è stato fatto fino ad ora sul mercato è importante, però c’è tempo fino al 2 settembre per dare un’identità precisa alla squadra e questo è compito della società. Noi calciatori sicuramente dobbiamo concentrarci sulla dedizione al lavoro, sul sudore e sull’attaccamento alla maglia…Ciao a tutti e daje Roma!»
LA LISTA DEI CONVOCATI – Questa la lista dei convocati per l’inizio del raduno a Trigoria: Balzaretti, Balasa, Benatia, Borriello, Castan, Cole, De Sanctis, Destro, Emanuelson, Florenzi, Golubovic, Keita, Ljajic, Lobont, Mazzitelli, Nainggolan, Paredes, Pettinari, Romagnoli, Sanabria, Skorupski, Somma, Strootman, Svedkauskas, Totti, Ucan.
PROGRAMMA ROMA: dal 15 luglio raduno a Trigoria (Roma); dal 21 luglio al 6 agosto tour in Usa; dal 9 al 15 agosto ritiro a Bad Waltersdorf (Austria). Amichevoli: 18/7 Indonesia U23 (Rieti), 23/7 Liverpool (Boston), 26/7 Manchester United (Denver), 29/7 Real Madrid (Dallas), 2/8 Inter (Philadelphia), 10/8 SV Eltendorf (Eltendorf), 15/8 Wiener SK (Vienna).
CORRIERE DELLO SPORT