Roma, Strootman punta il Porto: «Sappiamo cosa fare. L’apporto dei nostri tifosi sarà fondamentale»

Kevin Strootman 1

ROMA – Kevin Strootman ha ripreso a macinare gioco e chilometri con la maglia della Roma e alla vigilia della sfida con il Porto nei preliminari di Champions non ha nessuna intenzione di fermarsi: “Fisicamente mi sento bene – avvisa l’olandese in conferenza stampa-, ma non posso per ovvi motivi essere ancora al top. Sto lavorando per questo. Per me è una sensazione speciale la fascia di capitano come è accaduto contro l’Udinese. Ma è chiaro chi sono i tre capitani della Roma, con Totti e De Rossi mi sento al sicuro. L’importante è dare tutto per la squadra. Sono sicuro che non giocheremo a difesa dell’1-1 dell’andata, giocheremo come sempre per vincere la partita. Sarà importante avere un Olimpico pieno e i tifosi al nostro fianco. Sappiamo quale partita fare”.

OLIMPICO 12/O UOMO IN CAMPO – : “Questa partita è fondamentale, per noi e per loro– dice Strootman-. Per i giocatori della Roma e per il club. Entriamo in campo e andiamo a vincerla, il resto si vedrà. Io voglio sempre aiutare la squadra, ma noi abbiamo tanti calciatori di esperienza. Per me sarà la prima partita in casa in Champions, darò come sempre tutto quello che posso. I tifosi? Con loro sugli spalti è come giocare in dodici. Con Spalletti stiamo facendo un ottimo lavoro. Noi lo ascoltiamo e sappiamo tutti cosa fare in campo. Per me non è un problema dove giocare, come sempre dove il mister deciderà, e se mi darà la possibilità, io giocherò“.

corrieredellosport.it