Roma, Spalletti: “Totti è un diamante, felicissimo se resta”

Totti 6 ROMA TORINO

“Totti è come un brillante. Se allungherà la sua carriera sarò contentissimo”. Luciano Spalletti “benedice” l’imminente rinnovo del capitano giallorossi e spende ancora parole al miele per il n. 10: “Come tutti i brillanti è preziosissimo e non si porta tutti i giorni. Si mette nelle grande serate. È a 24 carati? Anche di più… Rinnovo più vicino? Io ho già detto al presidente tutto quello che dovevo dirgli dal primo giorno che sono arrivato. Dovete domandarlo a Pallotta…Io sto dalla parte di tutti i miei calciatori, li consumo ed è giusto che poi vengano ripagati per questo. Nelle ultime gare Francesco ha fatto cose importanti. Vuole sempre dare il suo contributo e anche contro il Genoa l’ha fatto. Lui deve fare così perché lo sa fare”.

BRAVISSIMI TUTTI NON SOLO TOTTI – Al di là di Totti, il tecnico giallorosso tiene a sottolineare la buona prova di tutti: “La squadra ha fatto una grande gara sotto il profilo dell’atteggiamento e della voglia. Abbiamo avuto grandissimo carattere, come sempre in questa seconda parte di campionato. Sono stati bravi: Dzeko ha fatto un assist super, El Shaarawy ha fatto un grande gol. Szczesny mi ha detto di ricordarvi che anche lui ha fatto una parata che ha salvato il risultato. Era preoccupato che quando entra Totti poi tutti parlano di lui: riporto la richiesta del nostro portiere”, dice ridendo.

STROOTMAN HA DIMOSTRATO CHE È PRONTO – Poi spende una parola per il bel ritorno di Strootman dal 1′: “Kevin ha fatto vedere di essere pronto. Potevo farlo giocare anche nelle scorse partite perché lo è da tempo. Il secondo posto? Ci crediamo, dobbiamo vincerle tutte e il Napoli deve pareggiarne una. È una cosa possibile nel calcio e noi rimaniamo aggrappati a questa possibilità. Cosa manca alla Roma per colmare il gap con la Juve? Non lo so, contro la Juve ci ho giocato all’inizio e la Roma non era questa squadra, quindi non posso avere una valutazione complessiva della situazione”.

DE ROSSI: TOTTI È DECISIVO DA 25 ANNI – Daniele De Rossi, esalta il suo capitano Francesco Totti, ancora una volta decisivo nel successo per 3-2 sul Genoa, dove ha realizzato la rete del 2-2 nel momento più difficile dei suoi: “Negli ultimi 25 anni di partite così ne ha cambiate parecchie, non vedo perché non debba continuare a farlo. È un nostro amico e un giocatore eccezionale. Da quello che ho capito rimarrà con noi ancora un anno. Ho letto così, noi facciamo il tifo affinché si realizzi questa cosa, speriamo”. Il 32enne romano è stato poco utilizzato dal tecnico Luciano Spalletti ma non ha mai polemizzato: “Ho sempre odiato i giocatori che mettevano il broncio quando giocavano poco e che non partecipavano alle vittorie e alle sconfitte. Poi magari dopo una sconfitta si presentavano a Trigoria con il sorriso. Odio queste cose e mi viene spontaneo essere contento quando vince la mia squadra e quando al mio posto giocano i miei compagni, perché sono molto forti e neanche mi posso lamentare”. Infine sulla lotta per il 2° posto: “Sono mesi che non dipende più da noi perché abbiamo perso molto terreno. Dobbiamo vincerle tutte”, conclude.

STROOTMAN: MI SENTO RINATO – Kevin Strootman si gode il suo bel rientro da titolare dopo 15 mesi d’assenza: “Mi sento un po’ come se fosse una seconda vita per me. Sono tornato in campo in una partita vera. Forse domani sarà difficile alzarmi, ma ora mi sento bene. E abbiamo preso tre punti. Come sto? Sono pronto da un paio di settimane. Potevo entrare nelle scorse partite, è capitato oggi. Ora devo continuare ad allenarmi per migliorare. Il nostro obiettivo è prendere il secondo posto. Speriamo che il Napoli perda punti… Qui a Genova è sempre difficile, loro hanno battuto di recente l’Inter, stanno giocando bene e sono in forma, ma anche noi abbiamo fatto bene. In questo momento l’importante è prendere i punti, non importa il modo. Totti? È incredibile, cambia sempre qualcosa quando entra in campo. Non ho parole, è sempre un piacere giocare con lui, è il nostro capitano, quanto fa in campo è incredibile”.

TOTTI: E’ LA VITTORIA DI STROOTMAN – Francesco Totti dal suo blog ricambia: “Quella conquistata stasera in casa del Genoa è una bella vittoria ed è soprattutto la vittoria di Kevin, grande uomo e grande campione”.

EL SHAARAWY: NON HO ESULTATO PER RISPETTO – Stephan El Shaarawy si gode un’altra grande serata. “Oggi abbiamo fatto veramente una grandissima prestazione. Non era facile, il Genoa è una squadra molto aggressiva, siamo stati bravi a soffrire e poi vincere una gara difficile. Adesso aspettiamo di vedere cosa fa il Napoli, ma noi non molliamo. Finora abbiamo fatto un grande girone di ritorno, ora dobbiamo vincere le ultime due partite. Non ho esultato al gol? Lo faccio per rispetto della società che mi ha cresciuto, avevo fatto lo stesso con la maglia del Milan. Ho fatto qui tutto il settore giovanile, ho qui la mia famiglia, il Genoa mi ha lanciato in serie A”. El Shaarawy poi fa i complimenti a Totti: “Anche fisicamente è in forma strepitosa. E ha un’umilta’ incredibile. Sono davvero contento di potermi allenare con lui”. Chiusura sul Milan, detentore del suo cartellino: “Milan in crisi? È in difficoltà da qualche anno a questa parte. Ma ora sono un giocatore della Roma e penso a fare bene qui: la decisione se riscattarmi o meno spetta alla società”.

La Repubblica