Roma, Sabatini: «Spalletti porterà euforia e consapevolezza»

WALTER SABATINI

ROMA – L’uomo giusto al momento giusto. È questo Luciano Spalletti per la Roma, almeno secondo il ds Walter Sabatini che confida nelle capacità del tecnico toscano per una seconda parte di stagione in linea con le aspettative della proprietà giallorossa. “Cosa porterà Luciano alla Roma? Euforia e consapevolezza” la risposta del dirigente, che dai giocatori si attende adesso “responsabilità e partecipazione” al lavoro svolto quotidianamente a Trigoria dall’allenatore di Certaldo.

Per Sabatini, poi, Spalletti non impiegherà molto a prendere in mano la situazione dopo l’esonero di Garcia: «Di quanto tempo avrà bisogno? Di un minuto. Deve implementare fondamentalmente una sola idea: giocare per vincere, attivando tutti i comportamenti necessari affinché questo si compia – le parole del ds riportate dal sito ufficiale della Roma -. Perché abbiamo scelto proprio lui? Per capacità e conoscenza di tutto ciò che avviene dentro, fuori e intorno al campo».

BALDISSONI – Anche il dg Baldissoni ha rilasciato alcune dichiarazioni su Spalletti e Garcia, riportate dal sito ufficiale della Roma: «Un nuovo allenatore comporta un nuovo inizio – ha detto Baldissoni – e questo crea inevitabilmente un clima di rinnovato entusiasmo, ma quest’ultimo va poi legato alla responsabilità di fare bene e migliorare la situazione attuale. Luciano è indubbiamente un grande tecnico di fama internazionale. È un grande lavoratore, uno che insegna calcio con idee molto chiare sul modo di giocare. Oltre a questo lui ha già mostrato di saper vincere a Roma».

OBIETTIVI – Gli obiettivi del club non sono cambiati: «Spalletti conosce Roma e ha fatto vedere che è capace di essere vincente in questa piazza. E questo non è un fattore da sottovalutare quando si deve scegliere una persona che arriva a metà stagione con poco tempo a disposizione per fare bene. I nostri obiettivi come club non sono cambiati e non cambieranno, vogliamo una Roma che competa ai massimi livelli in campionato».

GARCIA – Infine Baldissoni ha riservato un pensiero a Garcia: «Rudi è un grande professionista e una grande persona. Non è mai bello quando un progetto che è partito non arriva al termine come desiderato ma questo non cambia il senso della bella avventura che abbiamo vissuto insieme a lui. Noi tutti auguriamo a Rudi il meglio per il suo proseguo di carriera».

CORRIEREDELLOSPORT.IT