Roma, Luxuria aggredita sotto casa dai pusher: “Mi hanno minacciato di morte”

Luxuria

L’ex parlamentare Vladimir Luxuria è stata nuovamente aggredita nel quartiere romano del Pigneto, dove abita. Sarebbe stata minacciata e insultata perché nelle ultime settimane è diventata capofila della lotta degli abitanti della zona contro lo spaccio di droga. “Mi hanno bloccata in tre mentre rientravo a casa intorno alle 19 – ha raccontato Luxuria – Poi si sono avvicinati gli altri, erano circa 15 persone credo tutti magrebini. Sono stata prima bersaglio di insulti omofobi, poi di minacce e alla fine mi hanno lanciato bustine di droga addosso dicendomi: ‘se non vuoi vedere spacciatori cambia quartiere’. Purtroppo sono stata individuata come simbolo di ribellione al degrado e così mi hanno voluto spaventare”. Luxuria ha cercato riparo nel portone del palazzo dove vive, nei pressi di via del Pigneto. Lì gli aggressori l’avrebbero anche spintonata e minacciata: “Se non la smetti ti sgozziamo, sappiamo dove abiti”. Poi è intervenuto un ragazzo per difenderla e poco dopo è giunta la polizia. “Purtroppo i responsabili sono riusciti a fuggire – ha aggiunto – Ora mi sento spaventata e perdente perché lo spaccio non è diminuito”. Le associazioni hanno subito espresso solidarietà all’ex parlamentare. “Ci aspettiamo che arrivi la solidarietà di molti, anche dalle istituzioni e dalla politica – ha dichiarato – sottolinea Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center – Anche perché questa aggressione sembra dovuta all’impegno di Vladimir a favore della sicurezza e della legalità nel suo quartiere, cosa che le deve rendere merito e non violenza”.

Rai News