Roma, i riscatti sono cari: già impegnati 50,2 milioni

FAZIO ROMA

Ventiquattro milioni spesi per giocatori che già erano in rosa, altri 26,2 da spendere la prossima stagione. In tutto 50,2 milioni che la Roma, tra questa sessione di mercato e la prossima (estiva) ha speso e spenderà per i riscatti.

L’ultimo, ufficiale, è quello di Salah, che il Chelsea ha comunicato sul suo sito oggi dopo che si è chiuso il contenzioso con la Fiorentina alla Fifa per il giocatore egiziano. Per gli inglesi da adesso l’attaccante è completamente romanista, ma Pallotta ha staccato mesi fa l’assegno per tesserarlo, visto che nella relazione semestrale Salah è stato messo a bilancio per 21,656 milioni di euro, divisi tra prestito (5 milioni), riscatto (15,5) e costi accessori. Lo stesso discorso vale per Dzeko, preso in prestito dal City, 4 milioni, riscattato e messo a bilancio complessivamente per 17,4.

QUEST’ANNO — In questa sessione di mercato quindi il costo dei due attaccanti non ha inciso sulle casse della società, mentre sono dovuti uscire i soldi per Rüdiger (9,5 milioni versati allo Stoccarda), El Shaarawy (13 al Milan ) e Gyomber (1,5 al Catania). Durante la stagione, poi, se raggiungerà le 12 presenze, anche Emerson Palmieri sarà riscattato dal Santos per 2 milioni di euro. Una spesa, quella per i cartellini di Rüdiger e El Shaarawy, che Sabatini aveva messo in preventivo, anche se sul tedesco, prima che si infortunasse, aveva messo gli occhi Antonio Conte per il suo Chelsea e la Roma era pronta ad ascoltare l’offerta.

LA PROSSIMA STAGIONE — Per il 2017/2018 le cose non cambieranno: tra fair play finanziario da rispettare e incassi Champions non sicuri, in attesa del play off, la Roma ha preso già 3 giocatori in prestito con obbligo di riscatto: Mario Rui (3 milioni dati all’Empoli, altri 6 da versare), Juan Jesus (8 milioni all’Inter), e Fazio, appena ufficializzato, 1.2 milioni per il prestito, 3.2 per il riscatto (però con riscatto “condizionato al verificarsi di determinate condizioni”). Quattordici milioni già certi, che probabilmente diventeranno 17,2. A questi vanno poi aggiunti i 9 che andranno dati al Genoa per il riscatto di Perotti, arrivato a gennaio. Ventitré milioni complessivi, per giocatori che sono già a disposizione di Spalletti: la speranza del club è che, come per Salah e, finora, un po’ meno per Dzeko, l’investimento sia certificato dai risultati.

TORNA SZCZESNY — Non c’è riscatto, né diritto né obbligo, invece, negli accordi tra la Roma e l’Arsenal per Szczesny. Il polacco sbarcherà domattina alle 10 a Fiumicino da Londra e resterà per un anno in giallorosso ancora in prestito secco ma oneroso, anche se la cifra non dovrebbe superare il milione. A differenza dello scorso anno, la Roma pagherà tutto l’ingaggio al portiere, circa 3.2 milioni.

www.gazzetta.it