Roma, Garcia: “Ho ragazzi fantastici. Col Bayern un Olimpico di fuoco”

garcia 345

Rudi Garcia è soddisfatto. La vittoria contro il Chievo (con la Juve ora lontana solo un punto dopo il pari bianconero nella tana del Sassuolo) non se la gode nemmeno: il suo pensiero fisso adesso è la Champions e il Bayern Monaco. “Non ci siamo riposati, abbiamo gestito la partita dopo il 3-0 – afferma nel dopo gara -. I miei ragazzi hanno qualità. Dopo la sconfitta di Torino hanno risposto sul campo. Quello che si deve fare sempre. Contro il fortissimo Bayern sarà una partita di fuoco, ma non vedo l’ora di giocare la partita e con un Olimpico così sarà fantastico”.

GRANDI RISPOSTE — Garcia apre quindi una parentesi: “La mia frase di ieri (vinceremo lo scudetto, ndr) non era solo per dare la carica ai miei giocatori, mi fido al 100% delle loro doti tecniche. Non solo Ljajic ma anche Destro hanno risposto sul campo come tutta la squadra. Quando abbiamo tanti palleggiatori bravi non abbiamo bisogno che Destro venga incontro, ma che dia profondità e rimanga al centro. Dà più libertà anche a Totti. Ljajic? Ha fatto un grande gol, ha lavorato tanto per la squadra, ha un atteggiamento da grande giocatore. Dopo l’assist di Totti sul gol fa tutto da solo, sono contentissimo per lui. Sanno che conto su ognuno di loro e mi stanno ripagando”.

TUTTO FUNZIONA — “Pjanic e e Nainggolan? Avevamo bisogno di esperienza, hanno iniziato ed era previsto che uscissero ma avevamo tanti giocatori sul filo sul piano fisico e aspettavo il terzo cambio, ma questa squadra non perde mai la palla ed era difficile arrivarci. De Rossi sta bene, è importante e oggi ha dato sicurezza ed equilibrio al centrocampo. E soprattutto ci dà l’opportunità di avere un centrocampo forte anche senza Keita che speriamo torni presto”.
INNO A GUARDIOLA — Quindi riflettori puntati sulla sfida Champions a partire da Gaurdiola: “Ero uno di quelli che sapeva che Pep non avesse scelto una sfida facile andando al Bayern Monaco, ma che da grande allenatore avrebbe fatto benissimo. Ho sentito alcune voci secondo cui al Barcellona era merito dei giocatori. Ma è Guardiola che fa giocare bene le sue squadre”.
PARLA IL CAPITANO — Anche Francesco Totti è soddisfatto, soprattutto dopo il gol numero 2347 in serie A: “Ottimo prendersi questi tre punti subito dopo la sosta di campionato, abbiamo ricominciato con la stessa mentalità di prima ed era quello che volevamo. Contro il Chievo siamo partiti forte sin dal fischio d’inizio – scrive sul suo sito web – e abbiamo tenuto il pallino del gioco con personalità, tutti aspetti positivi in vista delle prossime gare”.
La Gazzetta dello Sport