Roma, De Rossi fuori un mese

La Roma in ritiro a  Bad Waltersdorf  (Austria)

Confermata la lesione muscolare di primo grado del soleo della gamba sinistra: quattro settimane il tempo previsto per il recupero. È l’ennesima ricaduta.

ROMA – Un mese di stop per Daniele De Rossi. I controlli ai quali si è sottoposto il centrocampista della Roma hanno evidenziato una lesione muscolare di primo grado del soleo della gamba sinistra, un infortunio che si è procurato nei minuti conclusivi della partita di Champions League contro il Real Madrid, mercoledì sera. Per il giocatore giallorosso, che in stagione ha finora raccolto 25 presenze e tre reti, la prognosi stimabile per il recupero è di circa quattro settimane.

ENNESIMA RICADUTA – È il quinto infortunio al polpaccio sinistro nell’ultimo anno e mezzo per De Rossi. Il primo fu il 21 giugno del 2014, in Italia-Costarica, a cui seguì la ricaduta del 21 settembre dello stesso anno in Roma-Cagliari. Il centrocampista salta cinque partite, poi torna a giocare e a gennaio del 2015, in Fiorentina-Roma, si ferma ancora. Sembrava un problema risolto, ma il 2 febbraio di quest’anno, nella trasferta in casa del Sassuolo, De Rossi accusa ancora fastidio al muscolo soleo. Resta ai box per un paio di partite, poi Spalletti lo impiega nei minuti conclusivi di Roma-Real Madrid: mercoledì sera avverte ancora una fitta al polpaccio e si ferma. Il calvario non è ancora finito.

CORRIEREDELLOSPORT.IT