Rissa e schiaffi cacciati Boa e Muntari

Boateng_

Boateng e Muntari sospesi a tempo indeterminato dal Ghana per motivi disciplinari. Si chiude nella maniera peggiore il Mondiale delle Black Stars, iniziato con la minaccia di sciopero dei giocatori per i premi qualificazione.

Una costante per le nazionali africane. Alla fine il denaro è stato anticipato dal governo brasiliano in attesa che la Fifa paghi la quota partecipazione al Ghana. I soldi sono arrivati in ritiro, 3 milioni di euro, scortati da decine di macchine della polizia e accompagnati da foto in cui dirigenti e giocatori contano banconote.

Sembrava la fine di una brutta pagina. Sembrava. Invece se n’è aperta una ancora più brutta con la cacciata dal ritiro, con tanto di ritiro dell’accredito mondiale, dei due centrocampisti, che hanno già lasciato il Brasile. Il ct Appiah ha denunciato un’aggressione verbale da parte di Boateng. Versione però smentita dall’ex milanista alla Bild: «Non è vero». L’ex rossonero ha poi aggiunto di essere stato allontanato durante l’allenamento perché scherzava con Muntari e quando ha chiesto un chiarimento è stato insultato. Lo stesso Muntari, invece, è stato punito dopo aver aggredito – si dice anche schiaffeggiato – un dirigente, sostiene la federazione. Per altre versioni, invece, i due sarebbero stati allontanati perché fra i leader della rivolta per i premi. Alla fine è sempre una questione di soldi.

IL GIORNALE