Riforme: Renzi tira dritto: abbiamo i numeri

renzi premier

I numeri ci sono e ci saranno: un coro unanime arriva dal governo, a cominciare dal presidente del consiglio, Matteo Renzi, che si affida anche alla scaramanzia quando sottolinea che anche in passato, dalla riforma elettorale al Jobs Act, erano sempre in tanti a dire che la maggioranza non avevano i numeri. E invece. ‘Si vede che portano bene’, scherza il premier nella Enews con cui, periodicamente, si rivolge a militanti ed elettori. Il segretario Pd sembra rivolgersi anche a quanti, nel suo partito, chiedono di discutere con calma, di prendere tempo per rivedere l’articolo 2 del ddl Boschi, quello sull’elettivita’ dei senatori: ‘Proseguire sul cammino delle riforme e abbassare le tasse non sono semplicemente un obiettivo di dignita’ politica e sociale al quale non rinuncerei per nulla al mondo, ma sono anche la precondizione per la ripresa economica’. Riforme e ripresa economica e’ stato il binomio a cui si e’ riferita anche Maria Elena Boschi nell’intervista rilasciata a SkyTg24: ‘Prima del 15 di ottobre’ dobbiamo portare a termine le Riforme ‘perche’ inizia la sessione di bilancio, ma tutti i dati di economia dicono che l’Italia cresce grazie alle riforme’, ha sottolineato Boschi.

La Repubblica