Renzi smentisce “gufi”: tranquilli, risorse per Irpef ci sono

MATTEO RENZI

Con i 140 caratteri di twitter replica con sarcasmo, invita i “gufi” che esprimono dubbi sulle coperture del taglio Irpef ad “aspettare venerdì”, quando il Consiglio dei ministri licenzierà il provvedimento e tutti idettagli saranno resi noti. Con i suoi collaboratori invece Matteo Renzi dice di più, e spiega che “l’impianto è solido, le risorse ci sono e venerdì sarà chiaro a tutti”.

Al termine di una giornata contrassegnata da critiche, ipotesi circolate e smentite (come l’intervento sul recupero del’evasione del canone Rai per integrare le coperture), e dal giallo della lettera trasmessa da Padoan alla Commissione Europea per informare dello slittamento del pareggio di bilancio – poi diffusa in serata dal Mef – il premier dunque si affida al social network per tranquillizzare rispetto all’attesa del provvedimento: “Dicevano che era una televendita. Poi che non c’erano le coperture. Poi le coperture sì, ma non quelle. #Amicigufi ma aspettare venerdì no?”.

E sull'”affinamento” delle coperture il governo ha lavorato anche ieri: con Renzi si sono riuniti Padoan, Cottarelli e via via diversi ministri. Un lavoro di fino, spiegano dall’esecutivo, “voce per voce sui diversi capitoli della spending review che poi andranno a comporre le risorse necessarie per coprire gli 80 euro in busta paga”. E un “lavoro di squadra”, assicurano da palazzo Chigi, “senza che i vari ministri tirassero da una parte o dall’altra”. In serata, dal governo assicurano quindi che “l’impianto del provvedimento è solido: i numeri sono giusti, le risorse ci sono”.

Prosegue dunque anche il lavoro sulla curva con cui le risorse verranno distribuite sui vari redditi: aspetto sul quale “ha dato una mano anche il consigliere economico Yoram Gutgeld”. Per ora ci sono ancora “diverse simulazioni”, spiegano dal governo, ma una cosa viene data per certa: “Il taglio sarà operativo da subito, tutto insieme: non ci saranno due step” come invece qualche indiscrezione di stampa suggeriva.

TMNEWS