Renzi-Moretti, vince l’ad delle Ferrovie. Lo stipendio non si tocca. Il Premier fa una brutta figura.

RENZI ATTACCA SU EVASORI E MANAGER. MORETTI, COSI'SE NE VANNO

ROMA  – Dall’1 aprile i compensi dei manager delle società non quotate, direttamente o indirettamente controllate dal Tesoro, sono soggetti immediatamente al tetto definito in base allo stipendio del presidente della Corte di Cassazione. Lo rende noto il Mef specificando che i limiti non riguardano le Enel, Eni, Finmeccanica, né Ferrovie, Cdp e Poste.