Renzi: “Avanti con le riforme. Convinto che Fi rispetterà accordi”

MATTEO RENZI 6

Le riforme “andranno avanti”, Matteo Renzi ne è convinto anche dopo il colloquio con Gianni Letta e Denis Verdini a palazzo Chigi. Il premier, a “Otto e mezzo”, non risponde quando gli viene chiesto se Silvio Berlusconi sia d’accordo (“dovete chiederlo a lui, non sono il portavoce di Berlusconi”) ma aggiunge: “Abbiamo parlato delle riforme, spero che Fi resti nell’accordo. Sono convinto che anche Fi voterà il superamento del Senato, la modifica del Titolo V e la nuova legge elettorale. Io sono convinto che le riforme andranno avanti” ha sottolineato, aggiungendo che un incontro con Silvio Berlusconi non sarebbe un problema, come non lo è stato a gennaio, ma “non è in agenda”.

Parlando appunto di riforme, Renzi ha detto che il grosso delle coperture del taglio Irpef verrà dalla spending review. “La copertura sta nel Def, lo presentiamo martedì. La stragrande maggioranza dei denari verrà dalla cosiddetta revisione della spesa, che non è solo un taglio dei denari ma un cambio della pubblica amministrazione” ha spiegato.

Il premier si è inoltre detto pronto ad una “battaglia” non per sforare i parametri europei ma per cambiarli. “Questa Europa qui sta allontanando le persone, vogliamo cambiarla. Non è un problema di sforare lo 0,1%… Dalla procedura di infrazione siamo usciti e non vogliamo rientrarci. Ci diamo tre mesi di tempo, (come Italia, ndr) mettiamo in fila le cose discusse da anni e le facciamo. A quel punto noi iniziamo una battaglia”.

“Uscendo dall’euro – ha aggiunto – le cose andrebbero peggio. Ma sbaglia chi dice che l’Europa va bene così. Noi rispettando i parametri europei siamo andati da una disoccupazione dell’8% al 13%”.

TMNews