Reja: «Volata per l’Europa, la Lazio c’è»

reja_allenatore_lazio

«Adesso inizia un nuovo campionato per l’Europa League, dalla Samp fino all’Inter, che è avvantaggiata perché è davanti, ma ha scontri diretti e può essere risucchiata nella lotta, almeno questo è quello che mi auguro. Punto sulla Lazio in Europa, so che la squadra farà bene. Abbiamo quasi tutti scontri diretti, non possiamo sbagliare neppure una partita in casa a partire dalla prossima contro una squadra giovane, di buone qualità, con un ottimo allenatore, che sta facendo molto bene. Gabbiadini ha talento, può metterci in difficoltà, e in settimana abbiamo lavorato sulla fase difensiva, pensando anche a come ingabbiare Eder. Abbiamo lavorato bene, vedo la quadratura di squadra. Abbiamo la mentalità giusta, dal punto di vista mentale c’è una carica positiva». Così Edy Reja in conferenza stampa alla vigilia della sfida con i blucerchiati.

FORMAZIONE E VALUTAZIONI – «Candreva, Klose, Keita: punto su tutti e tre, possono risultare determinanti in ogni gara. Biava sta abbastanza bene, inizialmente potrebbe scendere in campo.Tra Onazi e Gonzalez deciderò domani. Marchetti ha avuto un risentimento all’adduttore, da martedì valuteremo la sua condizione. Biglia? Pulisce il gioco, gioca di prima, fa diventare la squadra imprevedibile. Felipe Anderson sta ritornando, mi sta dimostrando grandi mezzi e tutte le sue qualità. Lulic mi piace pensarlo mezzala,contro il Parma è stato uomo in più in questa posizione». Finale sui tifosi: «I pochi che c’erano si sono fatti sentire domenica, senza pubblico diventa difficile».

CORRIERE DELLO SPORT