Rabbia Napoli, il fratello di Higuain: “Tre turni? Bonucci e Zaza neppure espulsi”

Higuain

Il giorno dopo la sconfitta di Udine, a Napoli si resta con il fiato sospeso per conoscere le giornate di squalifica che verranno comminate domani dal giudice sportivo a Gonzalo Higuain. Resteranno fermi per un turno Mertens e Koulibaly, ma ai tifosi interessa soltanto lo stop del Pipita. Una sanzione di tre turni farebbe saltare all’argentino la sfida con l’Inter a San Siro (oltre alle gare casalinghe con Verona e Bologna).

lamentele — Il fratello-agente del Pipita, Nicolas Higuain, parlando a Crc ha gettato altra benzina sul fuoco delle polemiche di queste ultime ore: “Vincere lo scudetto è difficilissimo, ma bisogna continuare a provarci. E’ difficilissimo anche capire come in questo momento della stagione si possano fischiare due rigori contro in dieci minuti, dei quali uno è parso netto e l’altro meno. Gonzalo mai nella sua carriera aveva assistito ad una cosa simile che fa pensare male”.

due pesi due misure — A casa Higuain non hanno digerito neppure il doppio giallo mostrato al Pipita da Irrati: “Ho parlato con Gonzalo dopo la partita – ha detto Nicolas Higuain -, era arrabbiato, deluso e si è sfogato. È difficile lottare contro il vento e contro la marea. Ieri si è beccato un giallo per protestare per un fuorigioco che non c’era e poi, in una situazione fallosa di gioco da parte di Felipe, l’arbitro ha aspettato la sua reazione prima di fischiare. C’è tanta ingiustizia nel calcio e questo cambia le stagioni. Comportamento violento di Gonzalo? Se la legge è uguale per tutti, giacché la testata di Bonucci su Rizzoli non è stata punita, mi aspetto che Higuain sia squalificato solo per una giornata. A Bonucci non hanno dato il cartellino rosso, a Higuain sì, per cui una giornata ci sta. E poi abbiamo visto qualche giorno fa un calciatore della Juventus dire una parolaccia all’arbitro (Zaza ndr), azione per altro non sanzionata. Mi aspetto un verdetto giusto”.

La Gazzetta dello Sport