Primo maggio, più bus e metro di notte

autobus roma

Il cuore, come ogni anno, sarà piazza di Porta San Giovanni. Sul sagrato e sul prato davanti alla basilica è stato allestito il palco del concertone di domani, intorno la zona sarà interamente pedonale. I divieti scatteranno quindi dalla tarda mattinata di giovedì, a seconda dell’afflusso. Bus e tram faranno servizio dalle 8.30 alle 13 e dalle 16.30 alle 21. Le linee A, B e B1 della metropolitana viaggeranno con orario prolungato fino all’1.30 della notte tra giovedì e venerdì. Il tradizionale spettacolo a San Giovanni, dalle 15 del 1° maggio fino a notte inoltrata, comporterà comunque un parziale stop al traffico e deviazioni di alcune linee bus. Chiusa completamente alle auto l’area tra viale Carlo Felice, piazza di Porta San Giovanni e via Emanuele Filiberto. Deviate o limitate le corse dei mezzi Atac. Chiuse dal primo pomeriggio anche le stazioni della metro A, Manzoni e San Giovanni. I punti di accesso alla zona dove è allestito il palco saranno presidiati dalla polizia municipale che a seconda delle necessità potrà disporre la chiusura di altre strade.
PERCORSI
A deviare o limitare i propri percorsi – spiegano da Atac – saranno le linee 16, 81, 85, 87, 218, 360, 590 e 665. Il tram 3, per tutta la giornata, percorrerà, in arrivo da Valle Giulia, via di Porta Maggiore, via Principe Eugenio, piazza Vittorio, via Emanuele Filiberto e viale Manzoni. In arrivo da piazzale Ostiense, invece, i tram transiteranno sui binari di viale Manzoni, via Emanuele Filiberto, piazza Vittorio, via Principe Eugenio, via e piazza di Porta Maggiore.
LINEE NOTTURNE
Mentre nella notte tra giovedì e venerdì saranno operative le linee n1, n10 e n11. La n1, in arrivo da Anagnina, da via Appia proseguirà per via Taranto, via Nola, Santa Croce in Gerusalemme e piazza Vittorio, normale percorso; al ritorno, da piazza Vittorio deviazione per Santa Croce in Gerusalemme, via Nola, via Aosta, piazza Re di Roma, normale percorso; la n10, da Santa Croce in Gerusalemme proseguirà per piazza Vittorio, via Emanuele Filiberto e viale Manzoni, poi percorso abituale; per la n11 infine, da via Labicana deviazione su viale Manzoni, Santa Croce in Gerusalemme, via Eleniana, percorso abituale.
Saranno 5 i posti medici avanzati di Ares 118 o tende sanitarie che faranno da filtro per il trattamento e la stabilizzazione dei pazienti che non presentano patologie urgenti. 
PIANO SANITARIO
Mentre le ambulanze dedicate saranno 19, tutte posizionate attorno l’areale della piazza. Previste anche 35 squadre di soccorritori a piedi. Due tende saranno poste nelle immediate vicinanze del palco, una sul lato destro ed una su quello sinistro. Il terzo posto medico avanzato sarà posizionato in via Emanuele Filiberto, il quarto immediatamente dopo gli archi in prossimità della statua di San Francesco. La quinta ed ultima tenda sarà installata in via Carlo Felice. Per il coordinamento degli interventi di soccorso l’Ares 118 ha predisposto la creazione di una «sala crisi» all’interno della centrale operativa 118 di Roma.

IL MESSAGGERO