Presuntuosa, sciatta, distratta, l’Inter di Mazzarri raggiunta sul 2-2 da un indomito Livorno.

Soccer: Serie A; Livorno-Inter

L’Inter sta riuscendo nell’impresa di rendere fallimentare anche questa stagione, eppure l’arrivo di mr. Thohir alla presidenza avrebbe dovuto dare stimoli nuovi ma anche rinnovate responsabilità a calciatori, tecnico e dirigenti. Sono tutti sotto esame e farà bene il magnate indonesiano ad analizzare per bene ogni singolo componente in vista di una stagione, la prossima, nella quale è davvero vietato sbagliare ancora. A Livorno, con due gol di vantaggio( Hernanes e Palacio) solo una squadra sciatta, presuntosa, giocatori come Guarin in vena di regali e un allenatore che sbaglia i cambi, avrebbero potuto determinare la “remuntada” dei giocatori amaranto da oggi a meno uno dalla salvezza.

Il Livorno risorge nel secondo tempo e recupera lo svantaggio. Paulinho realizza un eurogol che ridona fiducia e coraggio ai livornesi. Una volta riaperta la gara è bastato un erroraccio di Guarin per far volare Emeghara verso la porta nerazzurra per realizzare il pareggio. Un Livorno grintoso che non ha mai smesso di crederci e che guadagna un punto prezioso nella lotta salvezza. Finisce 2-2 all’Armando Picchi, gioia Di Carlo, furia Mazzarri.