Premier League: pari col Manchester City, il Leicester torna in vetta

LEI_MAN

Assalto respinto. Al King Power Stadium la favola del Leicester continua. Nel posticipo della 19/a giornata di Premier League, infatti, gli uomini di Claudio Ranieri bloccano i padroni di casa sullo 0-0 e tornano così in testa alla classifica a braccetto con l’Arsenal di Wenger davanti proprio ad Aguero e compagni, distanziati di tre punti dalla coppia di testa. A 39 punti, Ranieri è a una misura dalla soglia dei 40, la quota-salvezza posta come obiettivo iniziale di stagione. Se anche solo un punto arriverà dalla sfida casalinga del 2 gennaio contro il Bournemouth, il tecnico romano dovrà finalmente guardare oltre e gestire il successo di una squadra che ha sorpreso tutti, chiudendo in testa alla Premier League un anno solare iniziato in fondo alla classifica.

LA GARA – Il City prova a fare il match mantenendo la supremazia territoriale e l’iniziativa del gioco. Al 27′ la squadra di Pellegrini va vicino al vantaggio grazie a Sterling, al quale si oppone da campione Schmeichel, ma il finale di tempo è di marca del Leicester che al 40′ spreca due ghiotte occasioni. Prima è Albrighton a calciare fuori a porta vuota su un cross proveniente dalla sinistra, poi è Vardy a mandare alle stelle un destro dal limite. I padroni di casa sembrano aver cambiato passo ed al 9′ della ripresa sfiorano il palo con Kantè. Il City non sta a guardare, Pellegrini sostituisce Aguero (che non la prende bene) ed al 19′ Otamendi costringe ancora Schmeichel a una difficile deviazione in angolo. Il Leicester non demorde e si affida alle ripartenze: al 32′ punizione di Fuchs che impegna Hart, nel finale tanto agonismo in campo, ma nessuna azione pericolosa. La giornata si chiuderà domani con la sfida che metterà di fronte Sunderland (4 ko di fila in Premier e penultimo in classifica) e il Liverpool di Klopp.

LA REPUBBLICA