Prandelli, ko meritato

PRANDELLI CESARE

Prandelli, sconfitta meritata ”E’ una sconfitta meritata”. Il ct azzurro Cesare Prandelli non cerca alibi e dopo il ko contro il Costarica rende merito agli avversari: “Loro sono stati molto più aggressivi di noi – dice ai microfoni Rai – ripartivamo sempre con gamba e noi non siamo riusciti a frenarli”. In ogni caso, aggiunge il ct, “sapevamo che sarebbe stato necessario giocare la terza partita per qualificarci, sapendo di essere in un girone difficile. Ora dobbiamo ripartire e pensare al prossimo incontro”.

“Sbagliato approccio, peccato palle gol” – “L’approccio non deve essere questo, ma se avessimo fatto gol su quelle due palle gol di Balotelli, la partita sarebbe cambiata”. Lo ha detto a Sky il ct Cesare Prandelli dopo la sconfitta con il Costarica. “Non abbiamo avuto grandi vantaggi neanche dagli ingressi. Abbiamo cercato la superiorità numerica, ma andavamo troppo lenti. Non dobbiamo solo palleggiare, ma dobbiamo essere bravi anche nel cambiare la partita, con il coraggio di verticalizzare”.

“Niente paura ora recuperare energie” – ”Abbiamo dato il massimo, loro sono stati bravi a chiudere ogni passaggio. Ora nessuna paura, dobbiamo solo recuperare le energie”. Lo ha detto il ct della nazionale azzurra Cesare Prandelli alla Rai dopo la sconfitta contro il Costarica.

Faremo una grande partita contro l’Uruguay“: la promessa è di Antonio Cassano all’esordio mondiale in carriera. “Sono convinto che ce la faremo – spiega il barese a Sky dopo il match contro il Costarica – Adesso è importante recuperare energie per fare una grande partita martedì. Emozione per l’esordio? Non ci sono emozioni, ora, ripeto, conta solo fare una grande partita contro l’Uruguay. Se recuperiamo le energie possiamo farcela tranquillamente”.

“Nel calcio non esistono più cenerentole, soprattutto in una competizione come il Mondiale”: Gigi Buffon incassa la sconfitta contro il Costarica ma rende merito agli avversari che, dice, hanno meritato. “Speravamo di fare meglio e pensavamo di aver preparato bene la partita per metterli in difficoltà – dice il capitano azzurro a Sky – Invece abbiamo avuto qualche difficoltà e dopo che loro sono andati in vantaggio hanno gestito bene la vittoria”. “Adesso ci si rialza guardando agli aspetti positivi. Anche se avessimo pareggiato non sarebbe cambiato nulla e pure se avessimo vinto comunque all’ultima partita saremmo dovuti andare a guadagnarci dei punti. Insomma, per una volta dobbiamo guardare in casa nostra e cercare di fare bene”. Clamorosa la vittoria del Costarica? “Ormai non ci sono più cenerantole nel calcio, soprattutto nei Mondiali e da molti anni le cenerentole non esistono più”.

ANSA