Pioli ottimista: avanti così

PIOLI_LAZ

La Lazio mantiene l’imbattibilità in Europa. A Praga arriva un pareggio incoraggiante che lascia ben sperare per la partita di ritorno in programma fra sei giorni allo stadio Olimpico. È stata la solita Lazio, indecifrabile, propositiva, distratta, con molti pregi e altrettanti difetti. Una buona partenza, il consueto black out, una reazione convincente che avrebbe potuto anche regalare un risultato pieno: a fine partita il tecnico biancoceleste appare soddisfatto della prestazione dei suoi uomini. «Siamo scesi in campo per vincere – sottolinea Pioli in conferenza stampa – abbiamo lottato su ogni pallone, alla fine abbiamo stretto i denti. Abbiamo creato più dei nostri avversari, la loro squadra è di buon valore, la sfida di ritorno sarà impegnativa. Volevamo tornare a casa con un piccolo vantaggio, ci siamo riusciti, ma è un vantaggio minimo, non sarà facile da gestire perché il risultato ottenuto non ci consente di poter fare strategie: se prima avevamo il 50% di possibilità di qualificarci, posso dire che ora abbiamo un 1% in più. Ritengo che servirà almeno un gol per passare il turno, ma dobbiamo fare attenzione perché lo Sparta Praga fuori casa ha ottenuto fin qui dei buoni risultati». Giovedì prossimo all’Olimpico basterà un pareggio senza reti per ottenere la qualificazione ai quarti di finale. Servirà una prestazione accorta, senza disattenzioni. «Col Galatasaray abbiamo concesso molto poco ai nostri avversari – ammette il tecnico biancoceleste – spero di poter ripetere la stessa prestazione messa in campo coi turchi: nel ritorno abbiamo giocato una partita molto intelligente, sfruttando gli spazi che erano stati costretti a concederci. Lo Sparta Praga dovrà venire a Roma con l’idea di segnare almeno un gol, mi auguro di rivedere le stesse situazioni che abbiamo avuto nella partita di ritorno contro il Galatasaray. La qualificazione è ancora tutta da giocare e da conquistare». Prima ci sarà la sfida contro l’Atalanta, con una difesa in piena emergenza.

«Mauricio non ha mai giocato terzino destro con la Lazio, ma in passato ha già ricoperto questo ruolo – sottolinea l’allenatore laziale – contro lo Sparta Praga ha giocato con la giusta attenzione, ma per la gara di ritorno mi auguro di poter recuperare Konko, ritengo ci siano buone possibilità». In vista della prossima sfida di campionato contro l’Atalanta il tecnico dovrà risolvere l’emergenza in difesa: Konko e Basta hanno lasciato il campo per infortuni muscolari: il primo ha avuto un risentimento agli adduttori, più preoccupante la patologia del difensore serbo che ha manifestato dopo venti minuti dal suo ingresso in campo un problema al polpaccio. Bisevac e Radu hanno concluso la partita per onor di firma, ma le loro condizioni dovranno essere verificate nelle prossime ore. Il rumeno ha lasciato lo stadio con le stampelle, e difficilmente potrà essere a disposizione così come De Vrij e Gentiletti che sono ancora indisponibili. Qualora Bisevac non dovesse recuperare, Mauricio tornerebbe al centro ma resta il buco a destra (Patric è fuori dalla lista Uefa).

IL TEMPO