Pilota militare Usa sparito da una settimana: giallo nella base aerea di Aviano

An F/A-18 from the Fixed Wing Marine Fighter Attack Squadron 224th, MCB Beaufort, South Carolina, sits on the parking ramp at Aviano AB, Italy, and waits to participate in Operation Joint Endeavor.

Si teme per la sorte di un ragazzo americano, un aviatore Usaf di 24 anni impegnato nella base americana di Aviano, del quale non si hanno più notizie dal 2 luglio scorso. A pochi giorni dalla tragica scomparsa a Roma di Beau, lo studente statunitense trovato annegato nel Tevere e per la cui morte è accusato uno dei senzatetto che vivono sugli argini del fiume, l’allarme è stato lanciato stavolta dall’Air Force americana. Il sergente Halex Hale, 24 anni, in servizio nella base friulana dal 2015, non dà più notizie di sè da una settimana, da sabato scorso quando era andato a cena da alcuni amici a Sacile, vicinissimo alla base di Aviano, in provincia di Pordenone.

Dopo quella cena il ragazzo – ha raccontato disperata la mamma Amy ai media di Middletown, la cittadina dell’Indiana di cui è originario – si stava recando ad un appuntamento con un altro amico. Dove, però, non è mai arrivato. Da quel momento è sparito nel nulla, facendo scattare l’allarme. Oltre a quello dei commilitoni e della famiglia, anche delle forze di sicurezza italiane che, informate, sono alla ricerca del giovane. Con squadre dei Vigili del fuoco, carabinieri e volontari che stanno perlustrando l’area tra Sacile e Aviano, alla ricerca di notizie.

Alle ricerche, nelle quali sono impegnate oltre 150 persone, partecipano anche numerosi connazionali e compagni d’arma del militare. Sul posto – secondo quanto si apprende – sono al lavoro anche i sommozzatori dei Vigili del fuoco di Trieste, oltre a unità cinofile. Le ricerche si concentrano in un’area vicino al fiume Livenza, dove si teme che il giovane potrebbe essere caduto finendo in qualcuno dei canali della zona. Ma, finora, di lui nessuna traccia. In Italia è arrivato anche il padre, Lance, per cercare di capire cosa sia accaduto.

Dall’altra parte dell’oceano, intanto, si aspetta e si spera. Con tutta la comunità della città di Halex, Middletown, che partecipa alla vicenda. L’altro ieri sera c’è stata anche una veglia di preghiera in una delle chiese locali. Halex, che era stato in Afghanistan, è nella base di Aviano da oltre un anno, ha raccontato ancora la mamma: si è laureato alla High School di Shenandoah ed è nell’ Air Force da sei anni, un lavoro che «ama».

Il Messaggero