Peruzzi-Lazio, oggi la firma

PERUZZI 2

È fatta, finalmente un po’ di lazialità all’interno della Lazio, il presidente Lotito ha chiuso la trattativa. Angelo Peruzzi nuovo direttore tecnico, club manager e uomo di raccordo tra squadra e proprietà. Questa volta è tutto vero.

Martedì scorso è andato in scena un incontro segreto a Villa San Sebastiano, ieri sera l’ultimo colloquio per limare i dettagli e stabilire in maniera definitiva i ruoli, le parti hanno raggiunto l’accordo e la firma è prevista per oggi.

Peruzzi sbarcherà a Formello verso l’ora di pranzo, sarà a bordo campo per l’allenamento dei biancocelesti, il 31 partirà regolarmente per l’Inghilterra in vista dell’amichevole con il Brighton. Una soluzione studiata anche per permettere al diesse Tare di concentrarsi esclusivamente sul mercato, sposata e condivisa al 100% da Simone Inzaghi. L’attaccante e il portiere hanno giocato insieme nella Lazio per cinque anni, si conoscono molto bene, hanno sempre mantenuto un ottimo rapporto anche fuori dal campo.

Rinforzi in società, ma anche in difesa. Il tecnico di Piacenza è in attesa di un centrale entro venerdì. La Lazio ha mollato la pista Jardel, Tare s’è tuffato su Wallace del Braga, talento brasiliano classe 1994. Un’operazione nata da poco, ora però la chiusura è veramente a un passo, si tratta di un affare da quasi 10 milioni di euro. Rodrigo Caio invece dovrebbe arrivare verso la fine d’agosto, la trattativa con il San Paolo è scattata da tempo, restano da risolvere alcune situazioni burocratiche, le sensazioni sono positive e la fumata bianca verrà annunciata al termine delle Olimpiadi.

Sulla trequarti l’unico nome caldo resta quello di Thauvin del Newcastle (proprietà Marsiglia), la Lazio lo ha bloccato e conta di ufficializzarlo appena riuscirà a vendere Candreva. A proposito, l’esterno romano è sempre un obiettivo dell’Inter: «Ci piace, solo che c’è distanza economica – ha spiegato Ausilio – Entro la fine del mercato però tutto è possibile. La rosa è composta da 21 giocatori, quindi entro il 31 agosto ci concentriamo su un calciatore solo». Più polemico Mancini, in rotta con il club nerazzurro: «Chiedete al presidente». In realtà sull’esterno romano potrebbe ripiombare il Napoli di De Laurentis (con i soldi di Higuain), senza dimenticare il Chelsea di Conte, dall’Inghilterra la Lazio incasserebbe quasi 30 milioni di euro.

In bilico il futuro di Biglia, diviso tra il rinnovo e l’addio, per mister Inzaghi è l’unico intoccabile e difficilmente lo lascerà partire. Il Principito però dovrà parlare con la società, per lui è pronto un contratto da 3 milioni di euro a stagione per 3 anni, chiederà anche di capire la strategia sul mercato e gli obiettivi della squadra.

Con le valigie in mano Federico Marchetti, il club avrebbe deciso di venderlo, Berisha è in rampa di lancio. Poco chiaro invece il destino di Keita, l’adeguamento economico è lontano (la Lazio ha offerto 1,2 milioni di euro), una settimana fa è arrivato il sondaggio dal Monaco (il club del Principato offrirebbe un ingaggio superiore a quello proposto da Lotito), alla fine potrebbe andare via anche in prestito con diritto di riscatto.

IL TEMPO