Perplessità della Corte dei Conti sul restauro del Colosseo

COLOSSEO

“L’esame della sponsorizzazione del Colosseo ha messo in evidenza il notevole ritardo nell’avvio dei lavori relativi alla realizzazione di un centro servizi, al restauro dei sotterranei e degli ambulacri, nonchè all’adeguamento impiantistico, non risultando, allo stato, perseguita completamente, attraverso la suddetta operazione contrattuale, la prevista finalità di valorizzazione”. Così la Sezione centrale di controllo sulla gestione delle amministrazioni dello Stato della Corte dei Conti scrive in un passaggio della relazione sulle “iniziative di partenariato pubblico-privato nei processi di valorizzazione dei beni culturali”, di fatto esprimendo forte perplessità in particolare sull’operazione di sponsorizzazione del restauro del Colosseo. “L’indagine ha evidenziato, inoltre – aggiunge la Corte dei Conti -, come non vi sia stata alcuna esperienza applicativa di finanza di progetto (project financing), rilevando che l’insuccesso di tale modello di partenariato pubblico-privato nel campo della valorizzazione del patrimonio storicoartistico è ascrivibile, in massima parte, ad incertezze sul piano della regolamentazione”.

ASKANEWS