Per il terzo anno Juventus migliore italiana in Europa. Strano? no.

Antonello Angelini

E come  accade da tre  anni  a questa parte , anche quest’ anno la performance migliore delle Italiane in campo europeo è quella della Juventus : Eh si cari Romanisti, eh si cari De Sanctis e Totti . O Er Sistema colpisce anche in Europa, oppure la realtà (per voi molto triste) è che la Juventus è più forte. Tre anni fa Madama arrivò ai quarti eliminata dal Bayern vicecampione d’ Europa in carica e futuro campione d’ Europa e del Mondo. Perse nettamente , senza rimpianti ma senza prendere 7 gol. Nel girone eliminò il Chelsea campione in carica e futuro vincitore della Europa League e  arrivò prima di uno spettacolare Shaktar Donetz.

L’anno successivo solamente la truffa organizzata a Istambul impedì di arrivare agli ottavi pur non avendo disputato un grandissimo girone. Comunque un gol a 4’ dalla fine la mandò in Europa League dove arrivò in semifinale , risultato comunque ottenuto con tutti gli altri tifosi davanti alla tv. E miglior risultato di sempre in Europa League. Io stesso ne scrissi di tutti i colori contro Conte , reo di aver sfiancato i giocatori nell’ acquitrino di Sassuolo solo tre giorni prima della semifinale di ritorno.  Altrimenti il risultato avrebbe potuto essere ben differente. Quest’ anno il Napoli è stato sbattuto fuori dall’ Athletic Bilbao nel preliminare e la Roma di Garcia ,osannata da tutti dopo le prime due partite , si è sciolta  nelle successive quattro raccogliendo un misero punticino. E non mi si venissero a dire che “il girone della Roma era più tosto”.

Perché non era per caso che fosse più tosto, come sostiene il mio amico Massimo Zampini. Se ti sbattono sempre fuori ai primi turni o non ti qualifichi per le coppe nonostante un grande calcio insegnato da un Maestro Boemo , può accadere che parti in 3-4 fascia come la Juve tre anni fa dopo la gestione Blanc-Ferrara e il primo anno Agnelli –Marotta. Se invece arrivi ai quarti di Champions, poi in semifinale di EL , allora magari  parti in seconda fascia…. Magari!! . E se in 54 edizioni di coppe varie una squadra arriva 14 volte alla finale e vince 6 trofei , allora capita che il quotidiano MARCA (non hurrà Juve ) propone un sondaggio ai tifosi del Real Madrid campione d’ europa e del Mondo.  E capita poi che i tifosi Madridisti rispondano  che tra tutte le squadre arrivate seconde nei gironi (Paris S.Germain, Manchester City, Basilea, Arsenal , Shalke , Shaktar  e Bayer Leverkusen) vorrebbero evitare proprio la Juventus. Forse memori di qualche cocente e inaspettata sconfitta precedente? Se invece in 30 partecipazioni a coppe varie arrivi due sole volte in finale perdendole tutte e due, allora non può capitare che i tifosi del Madrid ti temano.

Così come non può capitare che il capitano del Manchester UTD imprechi in diretta tv avendo saputo che la Juventus si è qualificata: link –  https://www.youtube.com/watch?v=AZk1y7UNZzY  . Gary Neville volle tra l’ altro la Juventus come avversario nella sua partita di addio, mica la Roma.  E non capiterà nemmeno che Ferguson citi la tua squadra come un esempio  nella sua biografia, o che Ryan Giggs assuma la Juventus 95-99 come un Benchmark (obbiettivo): link –https://www.youtube.com/watch?v=RnSpM-_dKqM  .

Se esci contro la seconda squadra di Manchester o lo Slavia Praga è difficile che tu possa entrare nella storia e che quantomeno qualcuno si ricordi di te. Alla fine i valori italiani sono rispettati anche in Europa , con arbitri europei e non italiani. Con la positiva eccezione del Milan che ha uno score europeo disallineato (in positivo) a quello italiano. Seguendo la logica  dei comunicatori giallorossi il Milan allora avrà subito dei furti in Italia oppure sarà stato aiutato dagli arbitri europei. Peccato che abbia il miglior saldo rigori di tutte in Italia .  Certo non possiamo sostenere che il Milan sia una squadra vessata in Italia come non possiamo sostenere che sia aiutata in Europa. Semplicemente in Italia su 38 partite vince sempre la più forte , in Europa vince una squadra comunque forte ma accompagnata ad  una dose maggiore di casualità maggiore e di concentrazione su quella competizione. E se fosse vero quel che dice De Sanctis “ i veri valori si vedono in Europa con arbitri internazionali” allora la Roma sarebbe la squadra più aiutata di tutti in Italia, dove ha vinto 12 trofei e il nulla fuori, nemmeno una Coppa Delle Coppe o una Uefa. La Lazio , la Samp, il Parma hanno vinto molto di più in Europa e meno della Roma qui in Italia. Come la mettiamo caro De Sanctis?

Antonello Angelini

Il Tempo