Papa Francesco: “Il mondo è lacerato, serve misericordia”

CSI DA PAPA FRANCESCO

“Di fronte alle tante lacerazioni nel mondo e alle troppe ferite nella carne degli uomini, chiediamo alla Vergine Maria di sostenerci nel nostro impegno di imitare Gesù, nostro re, rendendo presente il suo regno con gesti di tenerezza, di comprensione e di misericordia”. Lo ha detto Papa Francesco introducendo la recita dell’Angelus, affacciato su una piazza San Pietro blindata da controlli molto accurati, con un primo controllo delle forze dell’ordine su borse e zaini e poi il passaggio sotto il metal detector.

“La logica mondana poggia sull’ambizione e sulla competizione, combatte con le armi della paura, del ricatto e della manipolazione delle coscienze. La logica evangelica, quella di Gesù, invece si esprime nell’umiltà e nella gratuità, si afferma silenziosamente ma efficacemente con la forza della verità. I regni di questo mondo a volte si reggono su prepotenze, rivalità, oppressioni; il regno di Cristo è un regno di giustizia, di amore e di pace”, ha aggiunto il Pontefice che prima di congedarsi con il consueto “buon pranzo” ha chiesto ai fedeli di pregare per il suo viaggio in Africa: “Visiterò il Kenya, l’Uganda e la Repubblica Centrafricana. Vi chiedo di pregare per queste popolazioni e per me affinché questo viaggio possa portare vicinanza e affinché queste popolazioni possano avere pace e prosperità”.

ADNKRONOS