Oroscopo psicobioenergetico di Mimmo Politanò per Radio Radio del 28 Maggio 2015

OROSCOPO

Ariete (21 marzo al 20 aprile)

Voi siete una persona che vi state forgiando su modelli forti. Meno male che pur se in ritardo avete iniziato.

Il colore da usare oggi ė: giallo limone

Guardatevi allo specchio dritto dentro gli occhi e dite ad alta voce: Mi forgio sui grandi.

Toro (21 aprile al 20 maggio)

Lasciate credere di essere consapevole che il male nasce in un individuo, ma cresce in molti altri: fino alla follia che voi siete tenuto a interrompere.

Il colore da usare oggi: arancione.

Guardatevi allo specchio dritto dentro gli occhi e dite ad alta voce: Lotto contro il male.

Gemelli (21 maggio al 21 giugno)

Dicono che se un individuo della nostra specie è nato con due occhi, con due orecchi e una sola lingua è perché dovrebbe ascoltare e guardare due volte prima di parlare. Ma non è così. E’ solo per avere l’origine perfetta della visione e l’esatto luogo dell’origine del suono.

Il colore da usare oggi: blu.

Guardatevi allo specchio dritto dentro gli occhi e dite ad alta voce: Vedo e ascolto perfettamente.

Cancro (22 giugno al 22 luglio)

Spesso avete sentito dire ‘è l’uomo giusto al posto giusto’. Per questo motivo bisogna essere sempre preparati. Così quando l’occasione vi capiterà, non ve la lascerete fuggire.

Il colore da usare oggi: ambra.

Guardatevi allo specchio dritto dentro gli occhi e dite ad alta  voce: Sono sempre pronto.

Leone (23 luglio al 23 agosto)

Se siete ingordi fate male alla vostra salute e private gli altri di qualcosa. Prendete esempio dai vecchi indiani. Non dovrebbe esservi difficile visto che sapete essere ogni tanto altruista.

Il colore da usare oggi: celeste.

Guardatevi allo specchio dritto dentro gli occhi e dite ad alta voce:

Vergine (24 agosto al 22 settembre)

Sapete che per fare le cose bene ci vuole impegno e amore verso di voi. Per fare male non ci vuole altro che odiarvi.

Il colore da usare oggi: bianco.

Guardatevi allo specchio dritto dentro gli occhi e dite ad alta voce: Mi amo e faccio il mio e altrui bene.

Bilancia (23 settembre al 22 ottobre)

Voi siete persone affascinanti, umili, educate, discrete; perciò fate innamorare di voi la maggioranza delle persone; pur se il vostro cuore lo donate a una sola persona.

Il colore da usare oggi:

Guardatevi allo specchio dritto dentro gli occhi e dite ad alta voce:

Scorpione (23 ottobre al 22 novembre)

Avete così tanta esperienza di vita che ogni parola può apparire fuori luogo con voi, ma non dimenticate che certi malesseri fisici si originano da condotte frutto di una logica e di una mente condizionati da un certo tipo di cultura restrittiva che la coscienza non vuole accettare più. Perciò lasciate, libero il pensiero di muoversi ovunque desideri.

Il colore da usare oggi: amaranto.

Guardatevi allo specchio dritto dentro gli occhi e dite ad alta voce: Cambio. Elimino confini. Mi muovo libero nel mio spazio emotivo.

Sagittario (23 novembre al 21 dicembre)

Se siete stati ultimamente delusi dalla condotta di una persona, non ve la prendete; non conosce cosa sia la vita e il rispetto. Andate avanti come sempre fate: perdonando, ignorando.

Il colore da usare oggi: arancione.

Guardatevi allo specchio dritto dentro gli occhi e dite ad alta voce: Perdono.

Capricorno (22 dicembre al 20 gennaio)

Se qualche persona vi fa stare male, lasciatelo subito. Nessuno ha il diritto di ferirvi.

Il colore da usare oggi: verde smeraldo.

Guardatevi allo specchio dritto dentro gli occhi e dite ad alta voce: Lascio chi tenta di ferirmi.

Acquario (21 gennaio al 19 febbraio)

L’amicizia è forse il sentire più vicino all’amore. Vivetela con naturalezza e senza finzione.

Il colore da usare oggi: marrone.

Guardatevi allo specchio dritto dentro gli occhi e dite ad alta voce: Vivo l’amicizia senza fingere.

Pesci (20 febbraio al 20 marzo)

Se riuscite a cancellare il passato e vedervi come persona nuova il passo verso la felicità è stato già dato. Il cammino sarà breve.

Il colore da usare oggi: granata.

Guardatevi allo specchio dritto dentro gli occhi e dite ad alta voce: Non ho più passato che mi danneggi.