Onu: la tragedia dei profughi nella Ue in cifre

sede onu

Ecco le principali cifre della crisi migratoria in Europa dall’inizio dell’anno. Tra il primo gennaio e il 29 febbraio, 131.724 migranti e rifugiati hanno attraversato il Mediterraneo, di questi 122.637 sono approdati in Grecia, secondo l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, (Unhcr). Cifra simile a quella degli arrivati nel primo semestre del 2015 (147.209). Oggi il governo di Atene ha detto che oltre 32.000 migranti e profughi si trovano attualmente sul suo territorio. Oltre un milione di migranti sono entrati in Europa nel 2015 e la grande maggioranza è stata accolta dalla Germania. Da parte sua, l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) ha registrato l’arrivo per mare di 120.065 persone dal primo gennaio al 24 febbraio 2016. Secondo l’Oim, la Grecia ha accolto 111.099 migranti e rifugiati. Isolando il mese di gennaio, su 67.415 migranti arrivati nella penisola ellenica, il 44% è composto da uomini, il 22 da donne e per il 34% si tratta di bambini. In Italia, 8.966 migranti sono arrivati via mare dall’inizio dell’anno, ovvero 1.000 in più rispetto allo stesso periodo del 2015. L’Oim spiega l’aumento degli arrivi nel nostro Paese con il crescente numero di migranti originari dell’Africa subsahariana, i particolare da Nigeria, Gambia, Mali. Secondo fonti governative dei vari Paesi, la Macedonia ha registrato 87.036 arrivi dal primo gennaio al primo febbraio. In Croazia ne sono giunti 98.752, in Slovenia 95.744, in Serbia 87.704 e solo 2.476 in Ungheria. Almeno 418 migranti sono morti tentando la traversata del Mediterraneo dal primo gennaio al 24 febbraio 2016, secondo l’Oim, per cui la tratta che collega Turchia a Grecia registra il maggior numero di vittime. L’Unhcr attesta invece la morte di 410 persone dall’inizio dell’anno. I migranti arrivano principalmente dalla Siria, dove la guerra dal marzo 2011 ha fatto oltre 270mila morti e costretto 4,7 milioni di persone alla fuga. La Turchia è oggi la principale terra di asilo dei rifugiati siriani: tra i 2 e i 2,5 milioni, segue il Libano con 1,2 milioni di profughi dalla Siria. Il flusso dalla Siria è andato crescendo negli ultimi mesi: secondo l’Oim, dall’inizio dell’anno al 21 febbraio, il 48% di migranti arrivati in Grecia è siriano, gli afghani costituiscono il 25%, il 17% è arrivato dall’Iraq.

ASKANEWS