Olimpiadi, beach volley: Lupo e Nicolai nella storia

FEDERVOLLEY

Il beach italiano è nella storia. Dopo molti tentativi riesce a portare una squadra fra le prime quattro dell’Olimpiade e lo fa con Daniele Lupo e Paolo Nicolai, alla seconda partecipazione olimpica dopo aver sfiorato l’impresa quattro anni fa a Londra. Questa volta invece l’hanno completata con una prova di grande carattere. Dopo una giornata di sole caldo piomba l’inverno (la stagione di questa parte dell’anno a Rio) sulla Beach Arena affacciata all’Oceano. E con la pioggia e il vento arriva anche un gran freddo. Sabbia bagnata e pesante e abbigliamento “serale” per la coppia italiana che prende subito un break di vantaggio, ma deve contenere il ritorno dei russi che cercano Lupo in ricezione per poterlo poi anche chiudere a muro. La tattica riesce e Liamin Barsuk pareggiano a 17.

SOFFERENZA — Ma subito un attacco di Lupo e un ace di Nicolai riportano in vantaggio gli azzurri due punti. La Russia parte bene nel secondo set: 3-1, poi 6-2.Gli azzurri provano a tornare in gara e risalgono fino al 9-7, anche se il cambio palla di Liamin e Barsuk adesso è molto più fluido. L’Italia pareggia a quota 14, ma i russi hanno la forza di imporre un altro break e vanno sopra 18-16. Ma un altro ace di Nicolai pareggia i conti per l’Italia che non vuole mollare la presa. La Russia ha due set ball: il primo lo annulla Lupo, il secondo lo annulla Nicolai. Ma al terzo tentativo la Russia fa centro. Uno pari. Parte bene la Russia nel tiebreak 2-0. Poi pareggio si avanza un punto alla volta. Fino a quando Nicolai non stampa il muro del 7-5. Suggellato dai due ace dello stesso Nicolai che portano il vantaggio fino al 10-6. Ma c’è ancora da soffrire. I russi risalgono fino al 10-9. E’ l’ultimo sussulto poi Nicolai e Lupo vanno a prendersi la vittoria. In semifinale gli azzurri troveranno i russi Semenov-Krasilnikov, già sconfitti all’Europeo. La gara si giocherà questa notte (martedì alle 23 brasiliane, le 4 del mattino in Italia).

gazzetta.it