Okaka discute con Mihajlovic e lascia Bogliasco: è rottura

PEGASO NEWSPORT- UDINESE-SAMPDORIA CAMPIONATO SERIE A TIM 13-14

Doveva essere il giorno di Eto’o e invece Sinisa Mihajlovic si trova alle prese con il caso Okaka. Il giorno dopo il successo di Parma  che ha lanciato i blucerchiati al terzo posto in classifica, in attesa dell’ufficialità del ritorno in Italia del camerunense, è rottura tra il tecnico serbo e l’attaccante azzurro.
Okaka, infatti, ha lasciato il centro di allenamento di Bogliasco dopo un diverbio con Mihajlovic che lo ha allontanato mentre stava analizzando con la squadra il video della partita del Tardini. Il tecnico non avrebbe gradito l’atteggiamento del giocatore al punto da invitarlo a lasciare la sala in cui era in corso la proiezione per andare a lavorare in palestra. Dopo un vivace scambio di battute con Mihajlovic, Okaka avrebbe avuto un battibecco anche con il diesse del club doriano Osti, intervenuto per cercare di riportare la calma. L’attaccante blucerchiato, rientrato negli spogliatoi, ha poi lasciato anzitempo il centro sportivo e postato un tweet sull’accaduto: “Voi leggete e ognuno si fa le proprie idee… ma la verità verrà fuori”. Prima della sfida di due domeniche fa contro l’Empoli, Mihajlovic aveva dichiarato di voler concedere qualche turno di riposo a Okaka, escluso dall’undici titolare anche contro il Parma, perché non al top e distratto dalle voci di mercato. Adesso l’attaccante potrebbe davvero cambiare maglia a gennaio.

LA NOTA DEL CLUB – Sulla vicenda la Sampdoria ha emesso una nota: “In occasione dell’allenamento di questa mattina, lunedì, Stefano Okaka è stato allontanato dal ‘Gloriano Mugnaini’ per un comportamento inappropriato nei confronti dell’allenatore. La società valuterà se prendere provvedimenti disciplinarti in merito all’atteggiamento avuto in seguito dalla stesso Okaka nei confronti del direttore sportivo”.

FERRERO: “IO E DE LAURENTIIS DUE CAVALLI DI RAZZA” – Il presidente Massimo Ferrero, intanto, si gode il terzo posto in classifica condiviso con il Napoli. Intervenuto a Radio Crc nella trasmissione ‘Si gonfia la rete,’ il numero uno blucerchiato si è reso protogonista dell’ennesimo show: “A Genova contro la Samp, che da oggi dovrete chiamare Sampgloria, il Napoli ha avuto un colpo di fortuna e mi hanno raccontato che De Laurentiis, che era a Sorrento, ha esultato perché non ci credeva. Stimo molto il presidente del Napoli che conosco da tantissimi anni e vi consiglio di tenervelo stretto. Gabbiadini? Bisognerebbe chiedere a Benitez perché non lo fa giocare, al Napoli ho dato un pezzo del mio cuore – ha aggiunto, a proposito dell’attaccante di recente ceduto dalla Samp -. Io e De Laurentiis siamo due cavalli di razza, auguro al Napoli di conquistare il terzo posto. Noi, nel frattempo, andiamo avanti partita per partita. Mihajlovic? Mi piace molto, ma se s’innamora di un’altra persona, può andare tranquillamente. Lunga vita al mio allenatore”.

LA REPUBBLICA