Napoli, tutto esaurito per la Juve, in una notte di calcio ed emozioni dedicata a Pino Daniele

HIGUAIN_TEVEZ

Da Doha al San Paolo, con il pieno di entusiasmo della comoda tappa di Cesena, che ha ulteriormente rafforzato l’autostima e le ambizioni del Napoli: bello, solido e trascinato finalmente dai suoi campioni. Benitez può sorridere, col ritorno al top della forma di Higuain, Hamsik e Callejon: protagonisti della goleada al Manuzzi nel giorno dell’Epifania.

Ma dietro l’angolo c’è già la rivincita contro la Juve, battuta due settimane e mezzo fa nella Supercoppa Italiana in Qatar e attesa domenica sera a Fuorigrotta, in uno stadio che s’annuncia con largo anticipo tutto esaurito. Stanno andando a ruba le ultime scorte di biglietti e saranno stracciati i record stagionali di presenze e incasso, in una notte che promette di essere speciale anche per il tributo a Pino Daniele: promesso ai tifosi dal presidente De Laurentiis. “Lo ricorderemo tutti insieme”.

Un impegno che Benitez e gli azzurri proveranno a onorare pure sul campo. Il Napoli è reduce da tre vittorie consecutive: Parma e Cesena in campionato, con il dolcissimo intermezzo del successo nella Supercoppa in Qatar, strappata proprio alla Juventus. “Siamo molto contenti per noi e per i tifosi, ma adesso non possiamo più fermarci: dovremo continuare con questa determinazione e affrontare ogni gara come una finale”, ha subito rilanciato Gonzalo Higuain, autore di 4 gol nelle ultime 2 partite e già proiettato sulla rivincita contro i bianconeri. “Non sarà una sfida tra me e Tevez, però: mi interessa solo conquistare altri tre punti per risalire ancora la classifica”.

Il terzo posto, diviso per il momento con la Lazio, resta razionalmente l’obiettivo massimo. Ma il Napoli si è imposto di vivere alla giornata e non si pone limiti, dopo la scossa positiva per il trionfo in Qatar. “Stiamo attraversando un ottimo momento di forma e a Cesena mi è piaciuta tutta la squadra, anche se Higuain e Hamsik sono stati più che mai decisivi”, ha tirato le somme e gonfiato il petto Benitez, contento pure per la tenuta difensiva e i progressi dimostrati da Rafael. Il portiere brasiliano, finalmente sicuro nelle uscite, ha scacciato i fantasmi della crisi proprio nella notte di Doha, parando il rigore decisivo a Padoin. E ora aspetta la rivincita al San Paolo, di nuovo con la Juve, per riconquistare definitivamente la fiducia dei tifosi azzurri.

Ma in rampa di lancio ci sono anche i due rinforzi di gennaio: Strinic e Gabbiadini, che saranno entrambi a disposizione di Benitez per la gara di domenica sera con i bianconeri e sperano di ritagliarsi subito uno spazio in squadra, magari part time. Ritornerà sicuramente tra i titolari, invece, il difensore francese Koulibaly: che è diffidato ed è stato risparmiato a Cesena, proprio per essere al suo posto contro la Juve. L’unico assente sarà Ghoulam, in Coppa d’Africa con la sua Algeria. Per il resto, nella super sfida del San Paolo, Rafa avrà a disposizione il miglior Napoli: carico e tonico, per tentare un’altra impresa.

LA REPUBBLICA