Napoli, Sarri ha riacceso l’entusiasmo. San Paolo esaurito per la Fiorentina

Foto LaPresse - Jennifer Lorenzini
23/09/2014 Empoli ( Italia)
Empoli - Milan
Campionato di Calcio Serie A TIM 2014 2015 - Stadio "Carlo Castellani"
Nella foto: l'allenatore Maurizio Sarri

Photo LaPresse - Jennifer Lorenzini
23 September 2014 Empoli ( Italy)
Sport Soccer
Empoli - Milan
Italian Football Championship League A TIM 2014 2015 - "Carlo Castellani" Stadium 
In the pic: coach Maurizio Sarri

Il Napoli è al completo. Maurizio Sarri ha ritrovato al centro tecnico di Castel Volturno anche gli altri nazionali, su tutti Hamsik e Mertens, che hanno il morale a mille per la qualificazione all’Europeo di Slovacchia (prima volta storica) e Belgio. Entrambi hanno segnato e guadagnato consensi. Ora l’obiettivo è ripetersi domenica con la Fiorentina in un match decisivo per le ambizioni della squadra di Sarri in campionato. L’obiettivo è vincere per accorciare nei confronti dei viola e confermare le ambizioni di alta classifica. Il tecnico ha chiesto al gruppo massima concentrazione per evitare di farsi contagiare dall’entusiasmo che si respira in città. Gli ultimi risultati hanno riacceso la colonnina della passione tanto che il San Paolo farà registrare il record stagionale di presenze.

LE SCELTE – Sarri scioglierà le riserve soltanto durante la rifinitura di sabato, ma ha pochi dubbi. L’intento è quello di confermare la stessa formazione che ha battuto il Milan. L’allenatore azzurro è un fedele seguace del vecchio adagio ‘squadra che vince, non si cambia’.

QUARTETTO CONSOLIDATO IN DIFESA – Hysaj e Ghoulam sugli esterni, Albiol e Koulibaly al centro. Toccherà a loro proteggere Pepe Reina e confermare la tendenza positiva delle ultime sei gare (un solo gol subito). Resterà ancora fuori Ivan Strinic che reclama spazio. Il croato non è stato ancora impiegato da Sarri e potrebbe chiedere la cessione a gennaio, qualora la situazione non cambiasse. “Tra un mese incontrerò il diesse Giuntoli – ha detto il suo procuratore Martic a radio Crc – e decideremo il da farsi. In estate aveva delle offerte, ma il Napoli non ha voluto cederlo”.

QUANTITA’ E QUALITA’ IN MEDIANA – Tante certezze. Le chiavi del gioco saranno affidate a Jorginho, affiancato da Allan – la sorpresa di questo inizio campionato – e naturalmente Hamsik, pronto a regalare una gioia al San Paolo.

INSIGNE VERSO LA MAGLIA DA TITOLARE – Il talento di Frattamaggiore migliora con il passare dei giorni: domenica vuole esserci dal primo minuto. Lui, Higuain e Callejon avranno il compito di mettere in difficoltà la miglior difesa del campionato.

KOULIBALY: “SCUDETTO? VEDIAMO A DIECI PARTITE DALLA FINE… – “Mi piacerebbe giocare la Champions con la maglia del Napoli, ma la strada è lunga e dobbiamo rimanere concentrati. Stesso discorso per lo scudetto. Vediamo partita dopo partita e quando mancheranno dieci turni vedremo dove saremo”. Rigenerato dalla cura Sarri, Kalidou Koulibaly sogna in grande ai microfoni di Premium. “Non ho giocato bene solo io – minimizza sulla prestazione del Meazza-. Abbiamo fatto tutti una buona gara. Ora abbiamo più fiducia e giochiamo con più piacere. Il mio obiettivo è giocare più partite possibili ad alto livello. La nazionale mi ha fatto conoscere un’altra realtà e in Serie A sto migliorando molto”.
Merito anche di Sarri, per il quale ha solo buone parole: “mi dà grande fiducia e mi trovo molto bene col mister”. Domenica il big match con la Fiorentina. “Sarà una grande partita. Loro han fatto un buon inizio e noi vogliamo recuperare i punti persi. Kalinic? Voglio solo fare una buona partita con la Fiorentina. L’importante è che la squadra vinca, non la prestazione dei singoli”.

La Repubblica