Napoli piange Ciro Esposito, oggi i funerali. La madre: no a vendette

ciro tieni duro

C’era anche una corona inviata dalla famiglia di Antonino Speziale tra i tanti fiori che sono stati deposti nella camera ardente e fuori l’Auditorium nel quartiere Scampia a Napoli, dove è stato esposto il feretro di Ciro Esposito, il tifoso partenopeo morto al policlinico Gemelli di Roma dopo oltre 50 giorni di agonia. Tante le composizioni floreali giunte nel quartiere, comprese quelle della curva A e della curva Sud Nocera. Oggi si terranno i funerali del giovane alle 16:30 in piazza Grandi eventi, nel cuore del quartiere.

Nella camera ardente un continuo ossequio silenzioso dei tanti cittadini napoletani. Nella fila composta delimitata dalle transenne si sono visti bambini, anziani e uomini e donne di ogni età. Alcuni con in mano dei fiori e tutti gli occhi lucidi. Accanto al feretro la mamma di Ciro, Antonella, il padre Giovanni, il fratello Michele e la fidanzata Simona, oltre a cugini e zii. Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha accompagnato il feretro di Ciro sin dal suo arrivo in città. Sulla bara di colore di legno chiaro, oltre ai cuscini di fiori, è stata deposta una sciarpa con i colori del calcio Napoli e un grande peluche che raffigura il ciuccio simbolo della squadra azzurra.

La madre del giovane tifoso ha intanto lanciato un appello affinché non siano compiute violenze in nome del figlio: “Un appello di pace, di non violenza, nel nome di Ciro”, ha detto Antonella Leardi. “Per favore non sporcate il nome di mio figlio che avrà una giustizia divina e anche una giustizia giuridica”. “Non deve più accadere – ha aggiunto – quello che è successo a mio figlio”. “Ciro è stato lucidissimo”, ha ricordato la donna, e ha riconosciuto davanti a me la foto di chi lo ha aveva colpito.

“Non provo nulla di cattivo e di odioso nei suoi riguardi. Chiedo che si ravveda e si inginocchi davanti a Dio”, ha detto rispondendo a una domanda su Daniele De Santis, indagato per l’omicidio di Ciro.

TMNEWS