Napoli-Lazio 2-4: terzo posto e Champions

KLOSE

La Lazio conquista terzo posto e preliminari di Champions League, il Napoli finisce addirittura al quinto posto, scavalcato anche dalla Fiorentina. Nella sfida che vale una stagione succede di tutto: la Lazio compatta e determinata, che chiude in vantaggio 2-0 il primo tempo, sembra aver mandato in archivio vittoria e qualificazione ma il Napoli reagisce nella ripresa con il piglio della grande squadra.

Benitez, ai saluti, dopo aver sbagliato formazione, la corregge con l’innesto di Gabbiadini e la situazione cambia radicalmente. Prima Higuain riapre i giochi, poi de Vrij salva sulla riga, quindi lo stesso centravanti argentino pareggia con la Lazio in dieci per l’espulsione di Parolo. Due squadre completamente diverse: ospiti in affanno, costretti a chiudersi che, dalla difesa a 3 passano a quella a 5, padroni di casa rivitalizzati e arrembanti. Quando Rocchi accorda un rigore, per un fallo di Lulic su Maggio appena fuori area, la rimonta partenopea sembra potersi completare ma Higuain sbaglia ancora dal dischetto e la strada della qualificazione prende la via di Formello. L’espulsione di Ghoulam ristabilisce la parità numerica ma sono ancora gli azzurri a fare la partita finché non entra in scena Klose. Il tedesco conferisce forza e personalità all’attacco, recupera un gran pallone sulla trequarti che Ledesmaoffre a Onazi. Il nigeriano, appena entrato, firma la rete che scaccia ogni paura mentre Klose, in pieno recupero, mette il suggello sulla serata che riporta laLazio in orbita Champions League.

Una sfida vibrante, dai due volti, con i biancocelesti abili nello sfruttare il contropiede nella prima frazione e i partenopei padroni nella ripresa. Spettacolo, emozioni, brividi, sofferenza con la Lazio che si gode la sua stagione esaltante. Al Napoli e a Benitez tanti fischi per un’annata troppo deludente, considerate le aspettative.

IL MESSAGGERO