Nainggolan, giornata da dimenticare. Pallotta: “Voglio tifosi scatenati ma non violenti”

Fioren Roma  NAINGGOLAN   1

Per Radja Nainggolan e’ stata una giornata da dimenticare. Prima le parolacce rivolte ai tifosi della Juventus in risposta agli insulti via Twitter, poi la moglie che sul social network annuncia di voler lasciare la Capitale, infine il ‘cinguettio’ con cui dice probabilmente addio al sogno di volare in Brasile per la rassegna iridata.  Il mediano della Roma e’ stato escluso dai convocati del ct del Belgio, Marc Wilmots, per i Mondiali: il nome dell’ex giocatore del Cagliari figura infatti nella ‘lista riserve’, pronte a subentrare solo in caso d’infortunio di qualcuno dei 23.

“Vista la mancata convocazione, il mio Mondiale sara’ la Champions League l’anno prossimo con la Roma” ha twittato Nainggolan dopo aver appreso la decisione di Wilmots.“Ho dovuto fare una scelta tra Radja e Steve Defour” ha spiegato il ct dei ‘Diavoli Rossi’, che alla fine ha optato per il centrocampista del Porto anche in virtu’ delle maggiori presenze di quest’ultimo “durante la fase di qualificazione”.

A rendere ancor piu’ amaro il momento per Nainggolan, poi, un nuovo battibecco con alcuni tifosi, stavolta della Juventus, andato in scena su Twitter. “Pagliaccio inginocchiati e saluta la capolista”, “sei un uomo piccolo e frustrato”, “Sei capace a menare solo le donne” le provocazioni spedite in rete da alcuni sostenitori bianconeri che hanno suscitato la reazione del belga manifestata con cinguettii coloriti (“testa di c…”, “vieni a trovarmi”, “vattene a fanc…”). Successivamente, sempre sul social network, anche la moglie di Nainggolan ha scritto un messaggio: “Forse qualcuno non deve sapere della nostra presenza a Roma. Leviamo il disturbo…”.

Chi invece resterà ancora per qualche giorno nella Capitale e’ James Pallotta, al lavoro per presentare nei prossimi giorni al Comune il progetto cantierabile del nuovo stadio. Il presidente, come riporta il sito del Wall Street Journal, stima che l’anno prossimo, grazie al merchandising e all’aumento delle vendite dei biglietti, il valore della Roma superera’ i 500 milioni di euro, e potrebbe piu’ che raddoppiare proprio con la costruzione del nuovo stadio, e del distretto d’intrattenimento da far sorgere nella zona di Tor di Valle (con la Starwood che secondo il WSJ potrebbe investire nuovamente dopo i 40 milioni di euro gia’ messi nell’affare giallorosso). Per Pallotta d’altronde, la sola vendita annuale dei ‘naming rights’ portera’ nelle casse di Trigoria 15 milioni di euro l’anno. L’unica controindicazione e’ rappresentata dai tifosi violenti che ancora mettono piede all’Olimpico. Ecco perche’ tra le cosa da fare per ‘ripulire’ l’immagine della societa’, ha annunciato che vietera’ l’ingresso di fumogeni e razzi: “Voglio tifosi scatenati nel nuovo stadio, ma voglio che siano assennati”.

ANSA