Mourinho: «Tornerò ad allenare ma non in Siria»

MOURINHO

ROMA – José Mourinho ha voglia di tornare ad allenare. Lo Special One lo ha ribadito durante un evento in Portogallo nella regione dell’Algarve «Nella prossima stagione tornerò a sedermi su una panchina, ho diverse offerte da valutare», ha detto l’ex tecnico del Chelsea il cui futuro sembra ridursi ad un ballottaggio fra Real Madrid e Manchester United: «Mi legherò ad un club che dimostrerà di volermi. In questi mesi fuori dal calcio ho ricaricato le batterie ma ora basta: è giunto il momento per me di tornare ad allenare. Non mi vedo la prossima estate con la mia famiglia in Portogallo in vacanza ma al lavoro. Guardiola? Lui ha già un club e io no, inutile dire altro».

«CT SIRIA? NO GRAZIE» – Mourinho non si sbottona sulle sue possibili destinazioni: «So che girano tante voci sul mio conto, io però ho imparato a non leggere nulla. Conosco questo mondo e so come vanno certe cose. Leggo di Manchester United, di Real Madrid ma non voglio dire nulla su queste voci. Ho tantissime opzioni, le sto valutando. Io ct della Siria? No, con tutto il rispetto non andrò a lavorare lì. Voglio lavorare in un club che giochi in un campionato difficile, non voglio traguardi facili. Non ci sono grandi opzioni per soddisfarmi: con calma,decideremo». L’unica indiscrezione che il tecnico lusitano rivela è quella legata al suo addio al Chelsea: «Avrei avuto la possibilità di tornare subito in pista visto che a gennaio e febbraio avevo delle offerte sul tavolo ma non avevo voglia di farlo perchè non amo prendere le squadre in corsa. Una cosa è certa: non allenerò l’Estoril o il Paços Ferreira, ma solo perché stanno facendo bene e non cambieranno allenatore», ha chiosato lo Special One.

CORRIEREDELLOSPORT.IT