Mourinho: «Potrei tornare all’Inter»

mourinho chelsea psg

LONDRA – La decisione della FA di comminargli una multa di 50mila sterline è «una vergogna». Non le manda a dire JosèMourinho, tornato a parlare dopo l’ennesima sanzione presa dalla Federcalcio britannica dopo il ko casalingo (1-3) contro ilSouthampton e al termine del quale il tecnico portoghese si era scagliato contro l’operato dell’arbitro. Intervenuto ad un appuntamento editoriale per presentare il suo libro, lo ‘Special One’ ne ha per tutti, sostenendo che «gli arbitri hanno paura a fischiare per noi e veniamo sempre puniti. Se la FA vuole punirmi lo faccia pure anche anche se poi non punisce gli altri allenatori». Oltre alla multa di 50mila sterline, Mourinho ha ricevuto anche una giornata di squalifica con la condizionale.

TORNARE ALL’INTER –L’ipotesi di un ritorno all’Inter? Non è esclusa: «Ogni squadra dove sono stato è un capitolo. All’Inter sono stati due anni speciali con tante emozioni concentrate in un brevissimo periodo di tempo. Ma credo che è un capitolo che finisce in maniera straordinaria, un po’ come al Porto, anzi anche meglio. Sono andato a Milano perché Moratti, la società e tutti gli ineristi avevano un sogno e avevano un sogno per quasi 50 anni per cui forse la prima immagine del capitolo è l’inizo del sogno e l’ultima un arriverderci ma ce l’abbiamo fatta. Per cui sì l’Inter per me è stata davvero speciale. Tornerò? Non lo so. So che se potessi, è difficile da dire perché se adesso mi chiedessi per quanti anni allenerò direi altri 15 quindi direi che sono più o meno in mezzo alla mia carriera perché ho allenato 15 anni e magari ne ho altri quindici davanti e quindi finirei a 67 anni. Penso di sì e sarebbe accettabile farne altri 15. Posso stare altri 15 anni al Chelsea? Non credo perché il calcio moderno non lo permette, quindi non finirò la mia carriera al Chelsea anche se mi piacerebbe. Quindi tornare all’Inter? Perché no?».

CORRIEREDELLOSPORT.IT