MotoGP, Lorenzo: “Rossi? Nessun problema. Non ho nulla di cui pentirmi”

Jorge Lorenzo

Il convulso finale di stagione con la vittoria del quinto titolo, la comparsata carica di gelo insieme a Valentino Rossi alla presentazione Yamaha di Milano, il battibecco via Twitter sulle indiscrezioni di un nuovo sponsor e, domenica, il gala di fine stagione a Jerez de La Frontera. Non si spengono davvero mai i riflettori su Jorge Lorenzo, che si è presentato alla cerimonia della Fim in compagnia della nuova fiamma Nuria Tomas, la ex di Gerard Piquè, ed è tornato a parlare del suo rapporto con Rossi dopo le accuse di Valencia, senza mai nominare apertamente il compagno di squadra-. “Da parte mia non c’è nessun problema – ha spiegato Lorenzo – io sono sempre lo stesso come lo sono stato finora, non abbiamo fatto nulla di cui pentirci. Abbiamo rispettato i nostri avversari e fatto sempre la nostra gara. Nell’ultima gara sentivo una grande pressione, ma ho fatto la pole, il giro veloce e ho vinto il Gp. Non potevo fare meglio. Abbiamo sempre rispettato i nostri avversari — ripete il pilota della Yamaha — sono tranquillo e in futuro non ci sarà alcun problema con nessun pilota.

FUTURO — Dopo il finale di Valencia che “è sembrato quasi un sogno”, il maiorchino guarda alla nuova stagione: “Sono concentrato nel mantenere e migliorare la condizione fisica in questi tre mesi di pausa prima di tornare in pista. Ora non posso provare la moto o fare nulla fino ai test di Sepang in febbraio, dovranno essere gli ingegneri a lavorare”. Poi, il tre volte campione del mondo nella classe regina elogia Marc Marquez: “Tre Mondiali sono tanti: ora sono il pilota spagnolo con il maggior numero di titoli in MotoGP, ma sono sicuro che Marc a 22 ha una lunga strada da fare e probabilmente mi supererà in futuro. Per ora mi godo il record”.

La Gazzetta dello Sport