Morata: «La Nazionale è un onore, ma quanta concorrenza». Il Real Madrid alla finestra

morata

MADRID – «Essere in Nazionale è per me un onore e un orgoglio». Così Alvaro Morata dal ritiro della Spagna di Vicente Del Bosque, che sta preparando le amichevoli contro l’Inghilterra e il Belgio. «Saranno due test molto intensi, che ci serviranno per prepararci al meglio in vista degli Europei», ha aggiunto l’attaccante della Juventus, che fa parte di un gruppo in cui la concorrenza è molto alta: «Per il mister non è facile scegliere perché ci sono molti giocatori che stanno facendo molto bene. Sono felice di essere in questo gruppo, ma non mi considero uno di quelli con il posto assicurato». In difesa mancherà Sergio Ramos, sostituito da Nacho: «Merita di essere tra i convocati e non solo per l’assenza di Sergio Ramos, sta giocando bene al Real e sono felice che sia con noi». E infine il suo pensiero vola al Clasico del 21 novembre tra il Real Madrid e il Barcellona. «Spero di poterla vedere se non avrò impegni con la Juventus, ci sarà sicuramente da divertirsi».

E il Real Madrid non sta a guatrdare passivamente. Con il caos Benzema esploso in casa madridista, Perez valuta la possibilità di riportarsi a casa Morata, per cui dovrebbe spendere 30 milioni di euro a fine stagione.

TUTTOSPORT.COM