Mistero Marino: “La giunta lavora e guarda avanti”

IGNAZIO MARINO 3

“Una giunta che lavora e guarda avanti”: così il sindaco uscente Ignazio Marino, descrive l’esecutivo capitolino, in occasione dell’inaugurazione del collegamento viario Fidene e Villa Spada. Ma alle domande su un eventuale ritiro delle dimissioni da sindaco, Marino non risponde, va via, lasciando i microfoni solo con un “grazie e buon lavoro”. Illustrando il nuovo viadotto, Marino ha rivendicato il lavoro suo e della sua giunta: “Questa è una città che ha subito criminalità e corruzione, noi abbiamo dato discontinuità”. “Questo ponte – ha detto – è stato pensato dieci anni fa e ora fatto in pochi mesi, come via Marsala rifatta completamente, e abbiamo anche scoperto che non c’era il collegamento fognario, in 40 giorni”. Quindi “questa è una giunta che lavora e guarda avanti”. Il sindaco non ha risposto alle domande incalzanti sull’eventuale ritiro delle dimissioni – che diventano irrevocabili alla mezzanotte del primo novembre – ma ha annunciato: “Domani inaugureremo nuovi cantieri, Roma deve andare avanti”.

ASKANEWS