Minimo da record per il tasso dei Btp

BORSA 3

ROMA La “cura Renzi” con la stretta sulle rendite finanziarie non destabilizza i mercati e aiuta i Btp che, nell’asta di ieri, fanno il pieno con 7,75 miliardi collocati a minimi storici dando ulteriore sollievo alle casse del Tesoro. Approfittando di una finestra positiva (rete di protezione della Bce e afflusso di fondi in uscita dai mercati emergenti) il Btp mette a segno una sfilza di record. Il triennale raggiunge il massimo di 3,5 miliardi all’1,12%, minimo dalla nascita dell’euro. Il maggio 2021 ha raggiunto i due miliardi massimi a 2,71%, mai raggiunto dall’introduzione della scadenza a sette anni. Minimi record anche per i rendimenti del settembre 2028 (1,5 miliardi al 3,85%), mentre il febbraio 2037, titolo fuori corso d’emissione, ha raggiunto i 750 milioni massimi al 4,01%.