Milan vince Trofeo Tim 2015

mihajlovic

Il Milan ha battuto il Sassuolo ai calci di rigore ed ha vinto l’edizione 2015 del Trofeo Tim. Protagonisti per i rossoneri Nocerino, autore del gol del pareggio allo scadere e del rigore decisivo, ed il portierino Donnaruma che ha neutralizzato due rigori ai neroverdi. La sfida si era chiusa 1-1 con gol di Duncane pari di Nocerino. Poi la lotteria dei rigori.

Inter ko anche con il Sassuolo, battuta 1-0 da un gol di Defrel. 

Ha cominciato bene il Milan che supera l’Inter 2-1 con gol di Bertolacci, Bacca e Brozovic. La partita in pillole VAI

Mihajlovic, derby? Voglio quella alla terza giornata – “Rispetto a Monaco di Baviera abbiamo fatto meglio, abbiamo avuto il tempo di riposare e mettere le cose a posto. Entrambe le squadre hanno giocato per vincere, abbiamo sfruttato bene le nostre occasioni”: lo ha detto a Premium Sport il tecnico del Milan Sinisa Mihajlovic dopo la vittoria del mini-derby nel trofeo Tim. L’allenatore punta a vincere il derby in campionato in programma alla terza giornata.

La Goal-Line Technology esordisce in Italia al Trofeo Tim, triangolare con Inter, Milan e Sassuolo che questa sera a Reggio Emilia vede in campo anche il nuovo strumento: dalla 1/a di campionato sarà utilizzato su tutti i campi di Serie A. La Lega e l’azienda Hawk-Eye hanno illustrato la novità, alla luce dell’accordo triennale che sfrutterà l’occhio di falco. “È la stessa usata in Premier League e Bundesliga – ha detto il presidente della Lega Maurizio Beretta – Sarà di supporto agli arbitri”.

Mancini non fa drammi, serve più reattività – Roberto Mancini non e’ preoccupato dalla prestazione dell’Inter nel Trofeo Tim: due sconfitte con Milan e Sassuolo, tre gol subiti, uno segnato. Magro bottino, ma – secondo il tecnico – non si può e non si deve drammatizzare. Preoccupato dalle amnesie difensive? “No – risponde a Premium Sport – quando si prendono gol a volte è perché gli avversari sono bravi. Ero arrabbiato magari per delle situazioni in quali dovevamo essere più reattivi”. “Serviranno 4-5 partite per trovare la forma migliore, ma – prosegue Mancini – questo vale per tutti”. Piccola polemica arbitrale nel mini-derby: “Sono cose così, a mio parere l’arbitro avrebbe dovuto cambiare atteggiamento. Io stavo chiedendo una spiegazione sul fuorigioco. Ma nessun problema, solo penso bisogna parlare un po’ di più”. Su Perisic resta la speranza: “Fiducioso? Lo sono per tante cose”.

ANSA