Milan, impasse di mercato: Galliani ora pensa a Bacca e Luiz Adriano

Galliani

Sono giorni difficili per il Milan e l’ad Adriano Galliani. Con l’ingresso in società di Bee Taechaubol il club rossonero sembrava destinato a un mercato scoppiettante e, invece, mentre Juventus e Inter hanno già piazzato colpi importanti il Milan è ancora all’asciutto. Dopo aver visto Geoffrey Kondogbia preferire i cugini nerazzurri, ora dirigenza e proprietà rossonera devono fare i conti con un altro obiettivo sfumato. Jackson Martinez è ormai destinato all’Atletico Madrid, con il quale il colombiano ha trovato l’accordo, e il Milan si ritrova a dover rivedere tutti i piani a due settimane dal ritiro estivo.

BACCA E LUIZ ADRIANO I NUOVI OBIETTIVI PER L’ATTACCO – Una situazione che sta creando più di un malumore tra i tifosi rossoneri, passati dall’entusiasmo per le voci di un possibile ritorno di Ibrahimovic alla delusione dovuta alle trattative sfumate sia con Jackson Martinez che con Kondogbia. Il budget, con Galliani che avrebbe una disponibilità economica di 75 milioni, resta importante, ma il Milan deve affrettare i tempi. Per l’attacco piacciono Carlos Bacca del Siviglia, su cui c’è una clausola rescissoria da 30 milioni e la concorrenza della Roma, e Luiz Adriano, in scadenza al 31 dicembre con lo Shakhtar Donetsk. Per il centrocampo invece si pensa a Baselli dell’Atalanta e a Bertolacci, che sarà riscattato dalla Roma.

INSULTI A TIFOSI INTER, SCUSE MR. BEE – Prima un’uscita infelice, poi la dura reazione dei tifosi interisti e infine le scuse, non solo del diretto interessato ma anche di Bee Taechaubol. Dopo il derby di mercato per Kondogbia, scoppia un ‘caso diplomatico’ sull’asse Milan-Inter. Tutto nasce da un tweet, poi cancellato, di Victor Pablo Dana, uomo vicino al broker thailandese: “Milano invasa dai topi: 5 milioni nel sottosuolo… Saranno fans dell’Inter”, il suo commento relativo a un articolo sul capoluogo lombardo. Dana è dovuto tornare sui suoi passi ma i toni non sono poi cosi’ concilianti. “Ho tolto il tweet ma dopo 610 tweet di insulti dai fans del Inter credo sia arrivato il momento di smetterla e lasciare gli addetti lavorare – scrive – Il Milan va rispettato! Fin dal inizio voi interisti vi siete nascosti dietro falsi account per fare del male. Ride bene chi ride ultimo”. Parole ancora dure fino al dietrofront finale: “mi scuso con i fans del Inter per il mio tweet di cattivissimo gusto”. Sulla questione e’ intervenuto, sempre su Twitter, Mr.Bee che ha preso le distanze da Dana. “Mi scuso con la famiglia dell’Inter – si legge sull’account del broker – Le parole di Dana non sono le mie. Non e’ e non sara’ mai parte del Milan. Il calcio e’ sportivita’ e rispetto. Quello che e’ successo e’ un grave errore e non lo tollereremo mai”.

La Repubblica