Milan, da Brocchi a Garcia: il punto. Ferrero: ‘Montella rimane alla Samp’

BROCCHI

Sulla sede del Milan in via Aldo Rossi a Milano sembra esserci, a mo’ di nuvoletta di Fantozzi, un grosso punto di domanda. Poco chiaro il destino societario, tecnico e sportivo. La prima grande questione da risolvere è quella di chi prenderà le decisioni, che sia Berlusconi, i cinesi o chi per loro. Da questo dipenderà tutto, anche e soprattutto la questione della panchina. Chi avrà la responsabilità tecnica del Milan 2016/2017? Proviamo a fare chiarezza.

I NOMI CALDI – Quello che sembra sicuro è che Christian Brocchi non sarà l’allenatore nella prossima stagione, anche in caso di vittoria della Coppa Italia. La sensazione che filtra da Milanello è quella che l’ex allenatore della Primavera, per colpe sue e non, non sia considerato all’altezza del Milan e quindi, a meno di clamorosi colpi di scena, dovrà continurare la propria carriera tornando nella Primavera o altrove. Per prendere il suo posto da tempo ormai si fa il nome di Marco Giampaolo, che ha dichiarato ufficialmente che lascerà Empoli. Il più grande punto a favore di Giampaolo è il suo sponsor, ovvero Arrigo Sacchi, che lo apprezza molto e da tempo lo sta spingendo agli occhi di Berlusconi e Galliani. Lui ha negato ogni interesse, ma il Milan sta tenendo in seria considerazione il suo profilo: piace la sua capacità di portare un’idea di gioco ben chiara e riconoscibile, cosa che non si è mai vista a Milanello negli ultimi anni. Oltre all’allenatore italiano, è spuntato anche Rudi Garcia, ex allenatore della Roma che in una recente intervista ha dichiarato: “Potrei continuare ad allenare in Italia, magari un po’ più a nord di Roma“. Il riferimento al Milan è palese, anche se attualmente suona più come un’auto-candidatura, ma che i Rossoneri possono cogliere al volo. Garcia ha dimostrato a Roma di avere il carisma per risollevare un ambiente in seria difficoltà, proprio come fece nella prima stagione giallorossa. Rispetto a Giampaolo ha già fatto esperienza in club importanti con piazze ambiziose, e patirebbe meno il passaggio in un grande club come il Milan.

MONTELLA LONTANO – Continuano ad essere presi in considerazione i nomi di Montella, sul cui futuro alla Sampdoria continuano ad esserci dubbi e per il quale si sono chiuse le porte della Nazionale, dove il grande favorito è Ventura. Montella è sempre piaciuto a Galliani, anche se gli ultimi mesi nella Genova blucerchiata hanno messo qualche dubbio sulle sue reali capacità. Inoltre questa sera l’allenatore napoletano ha incontrato il presidente Ferrero e, dopo le tensioni delle scorse settimane, la conferma sembra essere più vicina, come scrive Gianlucadimarzio.com. Lo stesso Ferrero ha confermato la permanenza del tecnico napoletano. Da non escludere ancora del tutto Manuel Pellegrini, allenatore in uscita dal Manchester City che ha più volte dichiarato il suo interesse verso il campionato italiano. Profili diversi che possono tutti fare al caso del Milan, basta avere chiarezza su quali siano le strade scelte per far sparire quel grosso punto di domanda che domina il Milan.

CALCIOMERCATO.COM