Migranti, nuova polemica Chiesa-Lega Salvini:”Vescovi non facciano politica”

Prima sessione plenaria del Parlamento Europeo

Duro scontro tra La Lega e la Chiesa sull’emergenza immigrazione. Dopo gli attacchi della Cei contro “la politica da quattro soldi” e di Avvenire arriva la risposta piccata di Matteo Salvini che in un’intervista ha affermato: “Chi difende questa invasione clandestina, che sta rovinando l’Italia, o non capisce o ci guadagna”. E poi su Facebook ha continuato: “Il signor Marco Tarquinio, direttore del giornale dei vescovi, si deve vergognare!”.

Avvenire: “Stanchi di politica priva di ideali” – “Siamo stanchi di questa politica vuota di ideali e di sagge iniziative che gioca a svuotare il cuore della gente per riempirlo di risentimento”. Lo ha scritto, in un editoriale di prima pagina dal titolo “Il cinismo uccide”, il direttore di Avvenire Marco Tarquinio.

Galantino: “Politici come piazzisti” – “In questi giorni in Italia sul tema dell’immigrazione c’e’ un “atteggiamento che viene purtroppo alimentato da questi quattro “piazzisti” da quattro soldi che pur di prendere voti, di raccattare voti, dicono cose straordinariamente insulse”. E’ quanto afferma il segretario della Cei, mons. Nunzio Galantino in un’intervista a Radio Vaticana.

Il presule, di ritorno dalla Giordania, ha detto che “noi come italiani dovremmo un poco di più imparare a distinguere il percepire dal reale. Cosa intendo dire? Noi qui sentiamo dire e sentiamo parlare di “insopportabilità” del numero di richiedenti asilo: guardate, questo, secondo me, è un atteggiamento che viene, in questi giorni, purtroppo alimentato da questi quattro “piazzisti” da quattro soldi che pur di prendere voti, di raccattare voti, dicono cose straordinariamente insulse! Capisco, lo so. Lo so che l’accoglienza è faticosa; lo so che è difficile aprire le proprie case, aprire il proprio cuore, aprire le proprie realtà all’accoglienza”.

Salvini: “Non sono contro la Chiesa ma contro chi straparla” – “La mia non è una polemica con la Chiesa ma con qualcuno che straparla a nome della Chiesa. Ricordo monsignor Maggiolini (ex vescovo di Como morto nel 2008 ndr), altro che Galantino: valeva dieci monsignor Galantino. Diceva, anni fa, che era in corso una invasione. Ma ora c’è qualcuno che fa politica a nome della Chiesa”. “Conosco tantissimi uomini di Chiesa di alto livello che dicono che l’accoglienza deve avere un limite o delle regole; altri, invece, o straparlano o ci guadagnano”, aggiunge il segretario leghista”.

Quanto all’invito di papa Francesco ad accogliere gli immigrati, Salvini pone dei paletti: “Sono parole che possono andare bene per un Papa ma poi un padre, un sindaco deve pensare ai suoi figli e ai suoi fratelli, e dire che bisogna imporre delle regole. Dire che bisogna accoglierli tutti, secondo me, è sbagliato”.

TGCOM