Migranti: 400 a bordo barcone affondato Libia, salvi 201

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Delle 400 persone a bordo del secondo barcone affondato ieri sera a largo delle citta’ di Zuwara sulla costa libica, al momento solo 201 sono stati tratti in salvo e si teme che gli altri siano morti, intrappolati nello scafo affondato. Lo riferisce un funzionario della sicurezza libica di Zuwara, al confine con la Tunisia e punto di imbarco privilegiato alla volta dell’Italia. La Guardia Costiera libica riferisce che dei 201 tratti in salvo 147 sono stati spostati in un campo di detenzione per clandestini a Sabratha. La Libia ha come pratica quella di deportare i clandestini ma con gli scontri in atto tra le diverse fazioni che di fatto hanno paralizzato i valichi di confini con Niger, Algeria e Ciad, vengono tratenuti per mesi o anchw anni in campi di detenzione.

AGI