Mazzarri: “Rosa competitiva per tutto”. Guarin: “Qui la gente mi ama”

mazzarri57-640-360

Il 7-0 non illude. Ma fa sognare a occhi aperti. La goleada al Sassuolo ha riaperto il libro dei desideri dei tifosi dell’Inter e chi come Walter Mazzarri abitualmente preferisce spegnere i facili entusiasmi, per una volta quasi cade in tentazione: “Cerchiamo di fare il nostro meglio, vedremo alla fine cosa saremo stati capaci di fare. Abbiamo una rosa attrezzata per tutte e tre le competizioni, per tentare di arrivare il più in alto possibile”. Non dice: vinceremo tutto. Ma sembra che anche lui abbia voglia di sognare.

CONFERENZA — Vigilia di Europa League, prima giornata a Kiev, contro il Dnipro. “L’Uefa ci ha rassicurato che ci sono le condizioni per giocare. Andiamo in campo sempre per vincere, lo faremo anche domani – spiega Mazzarri – E’ sempre difficile giocare contro squadre ucraine. Col Napoli ho perso contro il Dnipro e con la Sampdoria contro il Metalist, sono squadre che fanno buon calcio. Bisognerà fare attenzione. Il Dnipro, poi, è in grande condizione atletica, è una squadra forte, aggressiva, ma mi fa piacere affrontarli: domenica abbiamo fatto bene ma ora dobbiamo avere continuità, questa sarà una gara importante anche per le nostre valutazioni. Turnover? E’ normale che quando si gioca ogni 3 giorni un allenatore pensi un po’ a tutto, a delle rotazioni. Jonathan e Campagnaro stanno bene, uno dei due giocherà, non entrambi perché non hanno i 90 minuti”.
GUARIN — Accanto a Mazzarri c’è Fredy, rilanciato da un gol e un assist contro il Sassuolo:”È stata molto importante quella gara, per me e per la squadra. È’ cominciata una nuova storia: domenica ho sentito forte l’affetto del pubblico, mi ha fatto molto piacere. Adesso pensiamo a questa gara. Il mio ruolo? Mi dà tante opportunità di assist e di gol, mi piace stare vicino alle punte”.
GAZZETTA DELLO SPORT