Mazzarri rassicurato Thohir gli invia un sms E oggi lo incontrerà

Thohir

Erick Thohir sbarca stamattina a Milano e ripartirà domenica sera. Al di là della visita alla squadra in Pinetina (con Massimo Moratti?) e della presenza domani sera in tribuna per Inter-Bologna, questo blitz del presidente – che arriva a meno di una settimana dall’ultimo, terminato con il Cda di sabato scorso – non è legato a impellenze strettamente connesse al mondo nerazzurro. E anche per questo si ammanta di mistero. A meno di colpi di scena, questa volta il 43enne indonesiano potrebbe non comparire del tutto nella sede di corso Vittorio Emanuele. La sua intenzione è quella di far perdere le proprie tracce, fatto salvo per i due impegni di cui sopra.

Un sms in più Ma Thohir da qualche tempo respira Inter anche quando è a Giacarta o in giro per il mondo. Le sue veglie notturne davanti alla tv per seguire i match della squadra sono certificate. I suoi continui contatti con il direttore generale Marco Fassone e la famiglia Moratti pure. Ma ci sono momenti in cui ET capisce che può essere importante fare una mossa in più. Ecco perché dopo aver ricevuto la rassegna stampa di mercoledì, con tutti i nomi degli allenatori candidati a prendere il posto di Walter Mazzarri già a fine stagione, ha deciso di prendere il telefono per mandare al tecnico un messaggio che andava oltre i consueti scambi di pareri che avvengono settimanalmente.

Oggi altro faccia a faccia? «Preso atto che più smentisco e più girano voci, volevo confermarti la mia fiducia. Andiamo avanti insieme, programmando la prossima stagione ma senza perdere di vista il presente. Che significa fare i punti necessari per tornare subito in Europa». Questo il Thohir pensiero a un Mazzarri che sereno non lo sarà mai, per natura, ma che ha apprezzato il gesto del suo presidente. Anche se uno meticoloso e viscerale come lui non ha certo bisogno di motivazioni extra per non sbagliare il finale di stagione. Dopo quello a quattro di venerdì scorso (presenti anche Fassone e il d.t. Ausilio), non è escluso che oggi alla Pinetina presidente e allenatore abbiano un altro faccia a faccia. Tra presente e futuro.

LA GAZZETTA DELLO SPORT