Mazzarri polemico con l’arbitro Doveri: “Il rigore non c’era”

mazzarri_proteste

Primo pareggio e prime polemiche. Walter Mazzarri incassa un debutto in chiaroscuro dell’Inter contro il Torino e punta il dito contro l’arbitro Doveri. «Se ogni contatto in area è un rigore, non si finisce più – afferma il tecnico nerazzurro -: se si dà il primo su Quagliarella, per uniformità di valutazione si fischia anche quello per noi di Glik su Icardi che era ben più evidente. In campo mi arrabbio, poi si va fuori, si dicono le cose come stanno e si va avanti. E comunque quello di Vidic non è rigore, basta un contattino…».

Ancora l’allenatore interista: «E poi l’espulsione dello stesso Vidic, che applaude l’arbitro che gli ha fischiato un fallo a favore è assurdo». «Stesso arbitro dell’anno scorso e rigore parato, è andata bene» rileva Samir Handanovic, che ha respinto il quattordicesimo rigore della carriera.

Mazzarri si dice comunque soddisfatto: «Nel complesso abbiamo fatto un’ottima gara e con qualche episodio favorevole potevamo anche vincere. Sono molto contento perché abbiamo cambiato tanto, non è andata benissimo ma è una prestazione da non sottovalutare. È stata una partita difficile, equilibrata; abbiamo avuto qualche palla gol non capitalizzata ma abbiamo provato a vincere fino all’ultimo».

Il mercato? «Mi aspetto quello che la società può fare. I dirigenti sanno cosa ci serve, stanno operando molto bene e va bene così».

LA STAMPA