Mauri rinnova, Pioli sorride

AS Livorno Calcio v SS Lazio - Serie A

Svolta improvvisa, Stefano Mauri è a un passo dal rinnovo con la Lazio. Il centrocampista brianzolo ha interrotto le vacanze a Formentera, oggi sarà a Roma e incontrerà il presidente Lotito. La firma è vicina, Mauri sarà ancora il capitano e partirà per il ritiro di Auronzo di Cadore: «Presto incontreremo la società – aveva anticipato nel pomeriggio l’Avv. Matteo Melandri – ci sono ottime chance di rinnovo». Klose, Mauri e Braafheid: è in arrivo la fumata bianca anche per il terzino olandese. Leggero riavvicinamento tra le parti sul fronte Radu. Attenzione invece a Marchetti: il primo incontro tra la dirigenza laziale e Beppe Bozzo non ha portato alla fumata bianca, ma l’accordo resta probabile. Il portiere si aspetta un piccolo ritocco sull’ingaggio, quasi sicuramente verrà accontentato. In caso contrario la Lazio dovrà cercare un sostituto: piace molto il giovane Bardi.

Mercato in entrata: Fabio Borini e Milinkovic-Savic, due trattative in dirittura d’arrivo. La Lazio accelera e conta di chiuderle al più presto, la nuova stagione è alle porte e Pioli attende rinforzi. Per il centrocampista serbo siamo ai dettagli, l’operazione è quasi conclusa: con il giocatore l’accordo è totale, Lotito e Tare hanno bruciato la concorrenza di Arsenal e Manchester Utd, manca l’intesa con il Genk (ballano due milioni di euro). L’ultima proposta della Lazio è di 7 milioni, il club belga ne chiede 9, a 8 si può chiudere. Ieri il serbo è tornato a parlare: «Per il momento penso solo alla mia squadra, tornerò in Belgio per incontrare il mio nuovo allenatore. Solo dopo penserò al mercato, io voglio solo giocare con continuità».

Si vedrà, tra poche settimane Milinkovic-Savic potrebbe diventare un nuovo giocatore della Lazio. Discorso simile – ma affare più complicato – per Fabio Borini: la società lavora al prestito oneroso (1 milione subito e 6-7 a fine campionato), il Liverpool ha accettato la formula (non è da escludere lo scambio con Keita). Ora dipenderà solo dall’ex Roma, non totalmente convinto di rientrare in Italia.

IL TEMPO