Maturità, scatta il totoesame: sale Montale, scende Pirandello e trionfa Eco

ESAMI MATURITà

Il poeta di ‘Ossi di seppia’ recupera terreno e risale di ben 4 punti rispetto allo scorso aprile rubando a Ungaretti la terza posizione tra gli autori papabili per la prima prova di questa maturità. Al primo posto resta stabile Umberto Eco, anche se scende di 1 punto. I 70 anni della Repubblica italiana salgono sul gradino più alto del podio per la categoria ‘ricorrenze’ che potrebbero essere inserite dal Miur tra i saggi e i temi, risalendo tra l’altro di circa 7 punti rispetto alle previsioni che i maturandi hanno fatto un paio di mesi fa.

L’Isis invece perde quota, ma anche con meno 8 punti e mezzo resta al primo posto tra i temi di attualità più quotati. A poco meno di tre settimane dalla maturità, questo è il totoesame dei maturandi, tanto che 4 su 7 già ne discutono anche con gli insegnanti. Le indiscrezioni sulle tracce della prima prova iniziano a circolare, ma quanto peso danno loro i ragazzi? Il 51% le segue senza farci troppo affidamento, ma per 1 su 10 sono assolutamente credibili. I dati di un’indagine di ‘Skuola.net’ su circa 4200 maturandi di liceo, istituto professionale e tecnico.

Il 22 giugno prossimo il 23% dei maturandi si aspetta quindi un faccia a faccia con Umberto Eco all’analisi del testo, anche se per un altro 16% è più probabile che ad uscire sia invece Luigi Pirandello, autore che perde circa 3 punti rispetto all’ultimo totoesame di Skuola.net. Al terzo posto tra gli autori papabili c’è Eugenio Montale, sul quale scommette circa 1 maturando su 10 permettendogli di risalire di 4 punti. Al quarto, il 9% mette Giuseppe Ungaretti, quotato in rialzo di 2 punti, mentre in quinta posizione troviamo Italo Svevo che scende di circa 1 punto e sul quale non punta nemmeno il 9% dei ragazzi.

E per quanto riguarda temi e saggi? Non è raro che il ministero dell’Istruzione sfrutti anniversari e temi di attualità per ideare le tracce della prima prova. Ecco perché tra le ricorrenze che potrebbero spuntare nello scritto di italiano, più di 1 maturando su 4 mette in prima posizione le 70 candeline della Repubblica Italiana, quasi 8 punti in più rispetto all’ultimo totoesame. Al secondo posto troviamo invece i 100 anni della formulazione della teoria della relatività di Einstein. Ci scommette il 16% dei maturandi, quasi 5 punti in meno rispetto a un paio di mesi fa. Il 30° anniversario del disastro di Chernobyl, con l’approvazione di quasi il 15% degli studenti, ruba il terzo posto ai 30 anni dal maxi processo alla mafia, medaglia di bronzo dell’ultimo totoesame.

Tra i temi di attualità su cui il Miur vorrebbe provare i maturandi, con oltre il 37% di scommesse si guadagnano il primo posto Isis e terrorismo che riescono a rimanere in pole position nonostante la perdita di più di 8 punti. Resta stabile in seconda posizione pure la tematica dei diritti delle coppie omosessuali che guadagna quasi 6 punti passando dal 13% di un paio di mesi fa all’attuale 18%. Fermo al terzo posto anche il tema dell’immigrazione che guadagna qualche punto con il 15% ragazzi che ci scommettono.

Un totoesame realizzato anche grazie all’aiuto degli insegnanti. Il 57% dei maturandi ne parla con loro, dato che si compone da un 40% di chi lo fa ogni tanto e da un 17% che invece interrompe spesso le lezioni per parlarne. A non aver comunque mai speso nemmeno una parola con i suoi prof è il 43% degli studenti.

Tracce della prima prova online prima del tempo: quanto peso si dà alle indiscrezioni sul web? ‘Non è vero, ma ci credo’ per il 51% dei maturandi che dà alle indiscrezioni un peso medio: le segue, ma non ci fa troppo affidamento. Non ci crede per niente oltre il 37% dei maturandi mentre a dargli un’attenzione elevata è comunque 1 su 10.

ADNKRONOS